Salve Ospite. Ti trovi nel forum ES - Circolare Rossa. Buona navigazione.
 
PortalePortale  IndiceIndice  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Ridens

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Ridens   Mar 14 Mag - 13:14

Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Ridens   Gio 16 Mag - 12:52

http://www.ilpost.it/makkox/2013/05/15/un-tranquillo-weekend-di-paura/

Viaggi (dis)organizzati
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Ridens   Dom 19 Mag - 12:49

Papa Francesco: «Vera crisi è pensare alle banche quando c'è chi muore di fame». Credito in un solo Dio, Padre onnipotente...

(Lia Celi)
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Ridens   Sab 25 Mag - 8:19

Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Ridens   Sab 1 Giu - 12:05

Andate e diffondete il verbo! Pentitevi, infedeli!



Pillole di Jenus
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Ridens   Sab 8 Giu - 11:23

Voio raccontà....na storia....anzi na' storiella....che se raccontava na vorta a Roma..... che dice.....ER CAPO tribu de na tribbu de indiani....se rivorge allo stregone... Piovera e farà freddo pe questanno.... lo strgone iè rispose aspettate che fàrà freddo...perchè stamo ad anna verso l'inverno..... E allora er capo....un pò incazzato lo incalzo.....ma io lo voio sape' co piu certezza....perche ho da fà raccoie la giusta quantità de legna.... Và fa quello che te compete.... famme sapè quanto farà freddo....!!!! Lo stregone guardo er celo...guardo er volo dell'uccelli ....e sentenzio...farà freddo ...un pò..... E fu così...che er capo manno tre persone a fà legna..... MA ner frattempo er capitano delle giacche azzurre....se pose lo stesso dilemma ....lui era più attrezzato....ciaveva er canocchiale....scrutò er terreno e vide....tre indiani che coievano la legna.... e su du piedi...senza pensacce troppo ordino a cinque sordati.....de anna a fà lostesso.... Ma nun sapeva de esse osservato....dar capo tribù....che nun a caso lo chiamavano...occhi de Lince.... e fu così che occhi de Lince...se rese conto che er comandante più informato.... pe tante ragioni...che nun se stete ..a spiegà....e Ordino ...a tutta la tribu de anna a fà legna.....PERCHE da quello che aveva visto.....L'inverno sarebbe stato freddo assai..... ed è che fù cosi.... che il comandante ....decise che sia pur in gran pericolo....se doveva da lascià sguarnito er forte.....e tutti ordino de anna a fà legna..... Er resto ve lo risparmio.....perche la gente che nun è dura de mente....pe quarche artro motivo....dovrebbe da capì rapidamente....e se nun lo capisce è inutile che se affretti..... che già sò troppi quelli che nun cianno capito gnente....e l'inverno nun sara solo freddo.... sarà puro gestito da li matti.....!!!!
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Ridens   Mer 12 Giu - 21:15

Vauro

Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Ridens   Gio 13 Giu - 10:25

Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Ridens   Mar 18 Giu - 11:15

Grillo ai grillini: “Dite se sono io il problema”.
I grillini: “Se sono io il problema”
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Ridens   Gio 4 Lug - 0:07

Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Ridens   Gio 11 Lug - 10:45

Sotto la mia responsabilità dichiaro che sono morto

L'ufficio Anagrafe del Comune di Saronno ha stampato centinaia di moduli per la "Autocertificazione di morte". Dimenticandosi di aggiungere “del congiunto”. Prontamente il sindaco ha fatto ritirare i moduli ma ormai erano già su Facebook. Quando la burocrazia supera la realtà.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ridens   Gio 23 Apr - 18:58

Berlusconi: «Sono fra i bersagli dell’Isis, niente comizi»
http://newsitaliane.it/2015/berlusconi-sono-fra-i-bersagli-dellisis-niente-comizi-3388
 
:D   :D
A Napoli, in Piazza Plebiscito, Gennarino il netturbino si incontra con l'edicolante e ... la signora Francesca. 
 
L’edicolante - Ohè Gennarì, viri accà: o cavaliere se siente minaccià ra chille de l’Isìsse e nu face cchiu cumizi prublici. 
Gennarino -  Ma cuannu mai … pruprio ar’issu: allura è chiu mpurtant ro Papa!
La signora Francesca - Vate shcurdate ca o fidanzato meio è chiu mportant re Napulione? Vuie nu occanuscit comm’e mme: si rice care è inta e versagli ‘e l’Isìssi, ch’ati a crede.
L’edicolante - Uhè, a signura Franceshca … ra cuannu tiemp … shpiegatemme vua picchè  chelle ‘e l’Isìsse s’avisse a piglià co o fidanzato vuosto?
La signora Francesca - Pe na ragiuna  nzemprice:  ppe fa' na' cosà eclatànt!
GennarinoSa'dda vire  sta' cosà eclatànt. A me pare  ca a cosa eclatànt a ritto o fidanzato vuosto pe sa fa nuta inta n’Italia e’ pecurune.
La signora Francesca -  Nun e’ u vero, si issu a ritto chelle ca a ritto ch’ati a’ crede.
GennarinoSi, ci cridimm cumm’am credut a tutt’e’ cose ca a ritto finno a mo' e ca pu si song rivelat trucch pe mbrosà a gente. Statem bene, signura Franceshca.
La signora Francescavo’ facc vede io cumme stanno e cose: mo’ faci na picca de telefonate are televisiune noste e vu' faccio rire deritto d’o fidanzato meio matina, menzuiorno, sira e pur'a nott. Tutt’u munno adda sapè ca …
Gennarino - … ca isso addà returnà mpurtant cumma a prima. Stateme bona e pruteggite o fidanzato vuosto ca curre guai seri (c’à legge)!
La signora Franesca Aggi'a telefonar pe ricere e' se shbrigà a truvà autrì annùnc cumm chistu … issu addà  sta' 'ncoppa vocca e' tuttì e' talianì.
 
 
(L’edicolante - Gennarino, vedi qua: il cavaliere si sente minacciato da quelli dell’Isis e non farà più comizi in pubblico.
Gennarino - Ma quando mai … proprio a lui: allora è più importante del Papa.
La signora Francesca - Vi siete dimenticati che il mio fidanzato è più importante di Napoleone? Voi  non lo conosceste come me: se dice che è fra i bersagli dell’Isis, ci dovete credere.
L’edicolante: - Oh, la signora Francesca … da quanto tempo … spiegatemi voi perché quelli dell’Isis se la dovrebbero prendere con il vostro fidanzato?
La signora Francesca – Per una ragione semplice: per fare una cosa eclatante
Gennarino:-  È da vedere la “cosa eclatante”. A me sembra che una cosa eclatante è stata detta dal vostro fidanzato per farsi notare in un’Italia di pecoroni.
La signora Francesca - Non è vero, se lui ha detto quel che ha detto ci dovete credere.
Gennarino:  Si, ci crediamo … come abbiamo creduto a tutte le cose che ha detto finora e che poi si sono rivelate dei trucchi per prendere in giro la gente. Statemi bene, signora Francesca.
La signora Francesca:  Vi faccio vedere io come stanno le cose: mo’ faccio un po’ di telefonate a tutte le nostre televisioni e ve lo faccio dire direttamente dal mio fidanzato mattina, mezzogiorno, sera e pure la notte. Tutto il mondo lo deve sapere che …
Gennarino:  … che lui deve ritornato ad essere importante come prima. Statemi bene e proteggete il vostro fidanzato che corre guai seri (con la legge)!
La signora Francesca - devo telefonargli per dire di darsi da fare a trovare altri annunci come questo … egli deve stare sulla bocca di tutti gli italiani.)
Tornare in alto Andare in basso
cardif




MessaggioOggetto: Re: Ridens   Gio 23 Apr - 20:35

Caro Iafran

1) dall'articolo da te citato risulta evidente l'accordo di Renzi con l'IS; il camminare divisi per colpire insieme.
Infatti entrambi vogliono 'polverizzare' l'opposizione come dice Berlusconi. Chi con le bombe e chi col 3% (e su questo ha pure ragione B.).

2) il tuo napoletano ha bisogno di una risciacquatura, ma non ti consiglio il Volturno: troppo inquinato.
3) si sta avvicinando la data fatidica, quando il giugno sarà di nuovo giugno, ma non si saprà di quale anno.

Don Luigi De Rosa, Parroco di Vairano Scalo, su Facebook: "Chi pensa di abortire è una puttana, una troia oppure una sgualdrina"
(fa ridere? no, fa piangere che ancora non l'hanno sbattuto a calci nel Volturno)

Paolo Brosio: "In Bosnia la Madonna si chiama 'Gospa', e io ho fatto questa maglietta con la scritta:  "W la Gospa'..."
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ridens   Gio 23 Apr - 22:14

cardif ha scritto:
2) il tuo napoletano ha bisogno di una risciacquatura, ma non ti consiglio il Volturno: troppo inquinato.

Carissimo cardif, il “napoletano sui generis” di Gennarino risente dell’influenza della mamma calabrese (lo ha dichiarato a Rom)  e pure della moglie calabrese e di amici calabresi (che sfortuna per Gennarino o’ netturbino!), e cerca di sopperire a queste lacune consultando il vocabolario Italiano-napoletano di Giuseppe Giacco ed il traduttore istantaneo di “Giggino ten o' Blog” (http://www.napoletano.info/napoletano.asp ), anche se se ne allontana per riproporre i termini che più gradisce (ecco spiegata la traduzione in italiano dei suoi pensieri).
Tu dirai perché non far parlare un Nunziato o un Ciccillo, montanaro silano?
La ragione è semplice: un popolano, quale può essere un netturbino (o un parcheggiatore abusivo) di una piazza di Napoli lo vedo più informato, più attento alle cose metropolitane e nazionali, capace di avere una propria filosofia e propenso a mostrarla in ogni circostanza ed a comunicarla con un  linguaggio colorito e simpatico (oltre che alla portata di tutti).
Un montanaro silano normalmente non è così aperto: forse non dà neanche l’impressione che rifletta, tanto sente ciò che gli succede intorno e che lo riguarda da portarselo in profondità. Viene da pensare che sia quasi rassegnato a subire un destino a cui non si può sottrarre. 
Per lui contano più le azioni che le parole (il concetto è proprio calato su di me), e poi il suo linguaggio non può estendersi ad un ampio circondario territoriale, perché ogni paese ha una propria cadenza e propri vocaboli dialettali (come puoi ben immaginare, ognuno prende in giro le espressioni usate nei paesi vicini).
Qualcuno, però, si è dedicato a questa ardua impresa e l'ha portata a compimento: Gerhard Rohlfs, un filologo, linguista e glottologo tedesco, soprannominato “l’archeologo delle parole”, è riuscito a scrivere diversi “Dizionario dialettale della Calabria” e di altri dialetti ed usanze meridionali! 
Quando uno può, fa e dà … 
Fortunatamente, Gerhard Rohlfs  ha avuto anche riconoscimenti da parte della gente di Calabria per la sua opera (http://www.brutium.info/storia/storia06.htm , http://www.famedisud.it/gerhard-rohlfs-il-tedesco-che-mori-con-il-nome-della-calabria-sulle-labbra/ , http://www.calabriaonweb.it/2013/05/30/gerhard-rohlfs-larcheologo-delle-parole/ ).
Tornare in alto Andare in basso
cardif




MessaggioOggetto: Re: Ridens   Gio 23 Apr - 23:54

Altrettanto carissimo iaFran,
tu hai scritto (non lo ripeto: c'è scritto sopra...)

Infatti non ti ho chiesto 'perché non scrivi in calabrese' perché lo so: è troppo stretto e poco comico, come dialetto. Quando tanti anni fa ci venni con un caro amico del posto, una sua parente (farmacista ...) mi disse: "ah, sei napoletano. Raccontaci qualcosa, facci ridere". Lei lo dava per scontato...
Vabbè, 'del posto' è alquanto vago: la Calabria è grande, anche nel senso di molto estesa.
Del resto "i' song"  e "iu sugnu" sono due lingue diverse ...

Certo che questo tedesco, venuto in Italia prima della marcia su Roma, ha scelto il caldo e un buon mare. Altro che la calata tedesca sull'Adriatico del dopo ventennio, Anche se adesso sono più i russi.

Chissà com'era la spiaggia di Bova marina, allora, prima che il mare la erodesse.
E sono d'accordo sul fatto che i napoletani sono più 'vissuti', conoscono più il mondo e le lingue, hanno fatto pure tre anni di militare a Cuneo ...

In quanto al traduttore, lo conoscevo. Lascia sta'. Ti faccio un esempio. La frase: "adesso vado a mangiare" la traduce "mo' vaco a mangiarè". Valàvalàvalà.
La traduzione esatta è: "mò vac' a magnà" in generale, oppure " mò m(e)-nn(e)vac' a magnà", se si vuol mettere in evidenza l'azione individuale.
Prima differenza: mo'. L'apostrofo rappresenta una parola troncata, ma "mò" non è una troncatura, significa "adesso" senza se e senza ma.
Le vocali tra parentesi devono essere appena un po' accennate (ecco: po' è la troncatura di 'poco', quindi c'è l'apostrofo).
Il napoletano è difficile, quasi come il bergamasco. Poi c'è pure la politica, "ca nun c(e) pare ..."
(traduzione letterale: 'che non ci pare'; traduzione estensiva: 'non si direbbe, ma pure la politica è almeno altrettanto difficile da capire')

Accidenti, stiamo tradendo il titolo. Con questi discorsi non si ride ...
ciao
cardif
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Ridens   Ven 24 Apr - 2:36

cardif ha scritto:

Accidenti, stiamo tradendo il titolo. Con questi discorsi non si ride ...

Mica vero.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ridens   Ven 24 Apr - 9:41

cardif ha scritto:
Del resto "i' song"  e "iu sugnu" sono due lingue diverse ...
(...) Anche se adesso sono più i russi.
Chissà com'era la spiaggia di Bova marina, allora, prima che il mare la erodesse. ...

In quanto al traduttore, lo conoscevo. Lascia sta'. Ti faccio un esempio. La frase: "adesso vado a mangiare" la traduce "mo' vaco a mangiarè". Valàvalàvalà.
La traduzione esatta è: "mò vac' a magnà" in generale, oppure " mò m(e)-nn(e)vac' a magnà" (...) Accidenti, stiamo tradendo il titolo. Con questi discorsi non si ride ...

Mi ero accorto che il traduttore di Giggino faceva acqua e si allontanava troppo dai termini e dalle espressioni che ricordavo, d’altra parte non potevo costruire un’intera frase solo con il dizionario di Giacco, avrei massacrato la coloritura e la filosofia del popolo napoletano (qui potresti riproporre la barzelletta del napoletano, a cui era stato consigliato di parlare lentamente il suo dialetto per farsi capire dagli inglesi, e quello che è successo in un bar di Londra per ordinare un caffè: si adatta bene al discorso).
Sui termini “magnà” e “mò” mi hai tolto dei dubbi … aspettati, comunque, altri "orrori" grafici ed interpretativi nel riportare le opinioni di Gennaro, che nel dialetto del mio paese (molto ricco di dittonghi, iati, troncature e fonetiche variabili a secondo del quartiere e delle stesse persone) diventa “Jennearu”, come il mese (non rende tutto l’immaginario che c’è dietro il nome napoletano).

La spiaggia di Bova Marina non la conosco (è grave, lo so!); pensa che 20 anni fa un’amica mi informava di essere a Capo Vaticano (vicino Tropea) e mi ha disorientato ... mentre per recarmi a Bivongi, per le miniere di molibdenite (chiuse), ho scoperto Ferdinandea, la tenuta di caccia di Ferdinando II, e le cascate del Marmarico (3 o 4 salti di circa 15 metri ciascuna) sulla fiumara dello Stilaro (da Stilo),  raggiunte con un fuoristrada autorizzato (una simpatica avventura proposta dal ristorante "La vecchia Miniera").


NB – per rifarci di questi svarioni serissimi … “shcrivi, pe piaciere, o fatt e ru napulitanu ca vò o caffe curt, vullente, nu saccio se cu o zuccari o sienza zuccari into nu bar e Londra” (questo non lo traduco, è diretto solo a te … ca capisc o napulitano-calabrise)
Tornare in alto Andare in basso
cardif




MessaggioOggetto: Re: Ridens   Ven 24 Apr - 13:10

Grazie, caro Rom.

Iafran, quella non la so. Appena la trovo te la riporto.
Però so che il napoletano, sul percorso per Londra, passò per Parigi e successe questo:

sta consumando il suo "petit dejuner" (caffé, croissant, pane, burro e marmellata) quando un francese, masticando una gomma, si siede accanto a lui. Il napoletano lo ignora vistosamente, ma nonostante tutto il francese l'apostrofa:
"Voi il pane lo mangiate tutto?"
Il napoletano risponde, di malumore: "Certamente."
Il francese fa un bel palloncino con la gomma:
"Noi no. In Francia noi mangiamo solo la mollica. La crosta la raccogliamo in un contenitore, la ricicliamo, la trasformiamo in croissant e la vendiamo a Napoli.", prosegue, con una smorfietta insolente.
Il napoletano resta in silenzio.
Il francese insiste: "Ci metti la marmellata, sul pane?"
Il napoletano: "Certamente."
Il francese, rigirando la gomma tra i denti e ridacchiando, fa: "Noi no. In Francia a colazione noi mangiamo la frutta fresca, mettiamo tutte le bucce e gli scarti in un contenitore, li ricicliamo, ne facciamo marmellata e li vendiamo a Napoli."

Il napoletano allora chiede: "Voi francesi fate sesso?"
Risponde: "Ma certo!", con un gran sorriso.
"E cosa fate coi preservativi usati?" prosegue il napoletano.
"Li gettiamo via, naturalmente."
"Noi no" conclude il napoletano. "a Napoli li mettiamo in un contenitore, li ricicliamo, li trasformiamo in gomma da masticare e li vendiamo in Francia."
--------
Sto leggendo un po' di barzellette perché devo andare dal dentista (ridendo è facile tenere la bocca aperta...)

cardif
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ridens   Ven 24 Apr - 15:42

Non è male. 
Quella, che ti ho invitato a riportare, è pertinente al tema dell'universalità del dialetto napoletano ad una condizione: che si scandiscano lentamente le parole (almeno secondo l'esperienza ed il parere disinteressato del proprietario dell'Agenzia Turistica di Forcella)
Non è possibile che la ignori proprio tu (poi, scritta da te fa un altro effetto!)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ridens   Mar 5 Mag - 8:23

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/05/04/royal-baby-2-e-charlotte-elizabeth-diana-il-nome-scelto-per-la-nuova-arrivata-di-casa-middleton/1646923/ 

Finalmente hanno dato il nome alla Reale Bambina Inglese … adesso posso dormire tranquillo per qualche notte.   balla  :happy:
Il vero problema degli italiani, però, è sapere i nomi degli eredi savoiardi viventi e futuri: questo li tiene svegli tutte le notti.  capocc
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ridens   Gio 7 Mag - 13:47

http://news.leonardo.it/boschi-ora-riforma-sul-conflitto-dinteresse/
Boschi: ora riforma sul conflitto d’interessi


NB - La legge dovrà essere fatta dagli stessi che hanno conflitto d’interessi o sono in conflitto con la giustizia.  Suspect
Ovvero ...  Astenersi dalla politica chi non ha conflitto  d’interessi o con la giustizia.  applausi
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ridens   Ven 19 Giu - 9:42

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/18/lapo-pistelli-dal-governo-a-eni-antitrust-da-ok-ma-allestero-lavrebbero-stoppato/1793004/
Lapo Pistelli dal governo a Eni: Antitrust dà ok, ma all’estero l’avrebbero stoppato
L'Autorità non ravvisa problemi nel passaggio diretto da viceministro degli Esteri a manager del gruppo petrolifero. Ma persino la legge Frattini imporrebbe uno stop di 12 mesi. E dagli Usa alla Francia le "porte girevoli" tra politica e impresa sono severamente regolamentate per prevenire conflitti d'interesse. Cantone chiede più vincoli
 
.  .  .  .  .  .
Il boy scout fiorentino, invece, chiede più uomini (e donne) da sistemare per tutta la vita (nei posti chiave) e garantirsi riconoscenza in tempi di vacche magreloda
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ridens   Mer 24 Giu - 15:36




La donna - “Devi usare la mano sinistra, altrimenti ci scoprono".  
L’uomo – “Devo usare l’altra mano? Perché?”
La donna – “Così quelli dell’emiciclo ti fanno la lettura labiale. Proteggiti con la mano sinistra”
L’uomo – “È vero. Non me n’ero proprio accorto … maledetta abitudine!”
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ridens   Ven 3 Lug - 12:49



La donna: “Va bene se faccio così, come faceva Cassano?”
L’uomo: “Può andare bene, ma fallo meglio quando parli con me”
La donna: “Ah, ho capito, devo proteggermi di più!”
L’uomo: “Brava … adesso, però, fai l’indifferente, come faccio io”
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Ridens   Ven 3 Lug - 23:50

Caro Cardif,
parliamo di Italiano, io non so i dialetti, i miei genitori sono stati sempre attentissimi affinchè io parlassi in italiano perfetto senza cadenze dialettali.

Vedo che scrivi "po' è una troncatura e si mette l'apostrofo". No, vi sono alcuni errori, in questi casi non si dice troncatura ma troncamento, ma l'errore vero è che po' non è un troncamento ma un'apòcope-è scritto su tutte le grammatiche.
L' apòcope  è la caduta di una vocale o di una sillaba in fine di parola, indipendentemente dall'incontro con un'altra parola. E' indicata con l' apostrofo nei casi seguenti

- imperativi dei verbi dare , dire, fare etc
-preposizioni articolate
-alcune voci poetiche
Po' =poco.

 Direi che non è un errore gravissimo confondere un troncamento con un'apòcope, ma se fossi una professoressa di lettere chiederei , ovviamente, la differenza tra

elisione
troncamento
apòcope.

So che si puo' vivere tutta la vita pensando che po' sia un troncamento, ma non è cosi', è un'apòcope.
Ciao.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Ridens   Oggi a 1:01

Tornare in alto Andare in basso
 
Ridens
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ES - Circolare Rossa :: Via Induno :: Cuori in poltrona-
Andare verso: