Salve Ospite. Ti trovi nel forum ES - Circolare Rossa. Buona navigazione.
 
PortalePortale  IndiceIndice  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Elezioni romane

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Lara




MessaggioOggetto: Elezioni romane   Sab 19 Mar - 10:49

Ne è passata di acqua sotto i ponti dall’idea del governo degli “ottimati” ai governi  Berlusconi e, forse, al governo di  Donald Trump.
Certi miliardari sono come certe moderne donne di successo. Vogliono tutto:  figli, bellezza, potere, eterna giovinezza.
Per alcuni, la politica rappresenta l’àncora di salvataggio rispetto alla “disinvoltura” con la quale hanno arraffato la loro ricchezza; per altri, incarna il gadget finale, l’aureola di prepotente rispettabilità conferita dal consenso alle proprie idee, spesso misere e démodées , come la gestione della loro ricchezza.
Ma perché li votano?  Questa è la domanda cruciale.
A parte le risposte ovvie sulla prevalenza del cretino, la potenza mediatica,  il richiamo dell’orrido e il voto a dispetto, c’è da constatare soprattutto la generale decadenza qualitativa dell’offerta politica, resa più evidente dalla trasparenza indotta dalle nuove tecnologie, che non consentono più l’esistenza di torri d’avorio e castelli inaccessibili.
Di contro, la carriera politica è diventata accessibile a tutti, senza schermi, senza preparazione, senza gavetta, confusa con un generico presenzialismo e una piccola provvista di battute che identificano il proprio avversario e quello dei propri elettori, un “refugium peccatorum” per ambiziose mediocrità e traffichini lungimiranti.
Chiunque, dotato di una certa sfrontatezza, può correre nell’agone dei cosiddetti rappresentanti del popolo. Non servono neanche bagagli  linguistici, correttezza oratoria, anzi. Gli strafalcioni ti avvicinano agli elettori e ti rendono riconoscibile, come il Mike Bongiorno commentato da Umberto Eco.
Del resto, solo una classe politica di  scarto potrebbe essere così servile nei confronti della criminalità, così bisognosa essa stessa di protettori, visto che risulta intercambiabile e priva di identità.
Tutti quelli che si affacciano al proscenio salgono sull’ultimo modello di “giostra”.  Costa niente, e c’è un sacco di posto.
Prima, c’era Berlusconi, con quella promessa scintillante di soldi. Poi, c’è stato Di Pietro. Ora, c’è Grillo, che consente alla tua piccola cerchia di amici di mandarti in Parlamento. Meglio di uno Zio d’America, di una vincita al lotto, di un lungo talent-show.
L’unica risposta seria a proposte così scadenti sarebbe l’astensione, ma anche questa costituisce un muto lasciapassare, una sorta di involontaria complicità, come l’omertà nei territori mafiosi.
A Roma, c’è un vecchio radicale prestato al PD renziano, Giachetti, che promette solo di essere onesto e dedicarsi  alla normale  amministrazione, senza il cuore per fare una rivoluzione. Poi ci sono gli eredi  di Alemanno, che possono simulare di essere innocenti  solo grazie alla grancassa scatenata su Marino.
Ed infine, Lei, la candidata dei 5 stelle, magra e graziosa il giusto, sprezzante come Di Battista e con la quieta ambizione di un Di Maio. Prontissima  a cogliere le  occasioni, dal praticantato presso  lo  studio Previti alle primarie online dei grillini. Ma perché le grandi occasioni carrieristiche di questi carneadi senza storia dovrebbero rassicurarci?
Questa trionfante esibizione di verginità sarebbe insufficiente anche per governare un paesello,  figurarsi Roma.  Eppure, al ballottaggio, la Destra la voterà per non far vincere la sinistra, e molti altri romani lo faranno per punire un PD cittadino colluso. Altri ancora, ex elettori di tutto, voteranno col ghigno dei giustizialisti, convinti di fare la rivoluzione, sino a che non si accorgeranno che anche Masaniello non sa e non può governare, e che si è solo perso altro, prezioso,  tempo.
Tornare in alto Andare in basso
Afam




MessaggioOggetto: Re: Elezioni romane   Sab 19 Mar - 14:53

Sono perfettamente d'accordo con te, Lara! Io voterò Giachetti per essere in pace con la mia coscienza. sorrisino
Tornare in alto Andare in basso
 
Elezioni romane
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» religione ed elezioni americane
» Politeismo cattolico?
» romane & limitrofe: ma allora ci vediamo o no sabato?
» Elezioni in Egitto: vogliamo parlarne?
» Vacanze romane molto O.T....

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ES - Circolare Rossa :: Ponte Matteotti  :: La storia siamo noi-
Andare verso: