Salve Ospite. Ti trovi nel forum ES - Circolare Rossa. Buona navigazione.
 
PortalePortale  IndiceIndice  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Eutanasia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
cardif




MessaggioOggetto: Eutanasia   Dom 6 Mar - 13:10

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/05/eutanasia-appello-familiari-allistat-pubblicate-i-dati-sui-suicidi-per-malattia/2519860/
"
È cominciata la discussione parlamentare sulla legalizzazione dell’eutanasia, sulla legge di iniziativa popolare, 67mila firme, sepolta nei cassetti di Montecitorio dal 2013. E c’è una lettera aperta di Luciana Castellina, che fu compagna di Lucio Magri, Chiara Rapaccini, compagna di Mario Monicelli, Francesco Lizzani, figlio di Carlo, e Carlo Troilo, dirigente radicale dell’Associazione Luca Coscioni, che chiede al presidente dell’Istat Giorgio Alleva di ritornare a pubblicare i dati sul numero di suicidi causati da malattia come faceva fino al 2010.

Il fratello di Carlo Troilo, Michele, si gettò dal terrazzo di casa a 70 anni, consumato da una leucemia acutissima. Era il 2004. “Gli mancavano pochi giorni – racconta Carlo – ma non resse più alla perdita di controllo del suo corpo, la fece finita all’alba”. L’appello chiede di rendere di nuovo noti i dati dei suicidi per colpa di malattie terminali, “è importante che l’Istat – dice ancora Carlo Troilo – torni a pubblicarli ora che i deputati discutono delle proposte di legge sull’eutanasia”. Tuttavia, il 3 marzo, uscendo dalla Camera il radicale Marco Cappato ha spiegato: “Non ci eravamo fatti illusioni sull’approvazione di un calendario dei lavori. Si sono limitati alla lettura della relazione senza dibattito. I tempi sono lunghi. Continuiamo la nostra azione di disobbedienza civile aiutando le persone malate che ce lo chiedono ad andare in Svizzera”.
"

L'articolo prosegue con la lettera citata.

Io la vedo allo stesso modo di altri problemi.
Non so cosa vorrò poter fare se mi capiterà di essere impossibilitato a vivere senza soffrire e senza alcuna speranza di guarire.
Sarò abbarbicato alla vita fino all'ultimo istante nella speranza di un miracolo? Oppure avrò serenamente raggiunto la decisione dell'inutilità di questo attaccamento, che farebbe soffrire me e altri, e vorrò farla finita?
Qual è la 'morale' da seguire, che sarebbe comunque una visione ideologica?
Oggi so solo che come cittadino vorrei sentirmi libero: vorrei che il legislatore desse a me la possibilità di scegliere, che non scegliesse lui per me. Vorrei veder rispettata la mia libertà con il riconoscimento di un diritto, e non limitata la mia libertà con l'imposizione di un divieto.
Invece c'è la Chiesa che s'impunta sull'inizio della vita, con gli embrioni, e sulla fine della vita, con l'eutanasia. Trascurando molte cose di ciò che succede in mezzo.
E ci sono politici convinti ma anche politici opportunisti a caccia del voto di ferventi cattolici, più che per propria convinzione, che si adeguano a queste posizioni.
E la loro morale o il loro interesse mi obbligherà, forse, a soffrire.
E poi dice che uno si butta dal balcone, se non vuole o non può andare in Svizzera. E la Chiesa, da Sant'Agostino in poi, se la caverà mandando all'inferno, per il peccato mortale del suicidio. E sono migliaia l'anno, ma l'Istat non lo dice per non turbare le coscienze.

cardif
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Dom 6 Mar - 15:39

Cardif.

La locuzione che compare piu' spesso qui è "farla finita" come se noi fossimo padroni della vita, quando l'unico padrone è solo Dio.Mi trovo a dirti cio' mentre un mio amico è gravemente malato, e io spero, dentro di me, che muoia subito, affinchè non soffra, ma non comandiamo noi, solo  Dio comanda.
Qui, qualcuno potrebbe obiettare che Dio non puo' dare il libero arbitrio a fasi alterne, ma io gli rispondo che è scritto non uccidere e che libero arbitrio non vuol dire violare le leggi del Sinai.

Ricordo 2 anni fa un episodio sconcertante, un avvocarto delle Puglie fa analisi di routine e l'Ospedale gli comunica che è gravemente malato , ha un tumore, e solo qualche mese di vita, per cui lui va in Svizzera per il suicidio assistito. Tutto fatto, le ceneri vengono sparse, ma l'Ospedale scrive di nuovo a casa dicendo che si erano sbagliati , e che era sano come un pesce. La moglie, dunque, querela l'Ospedale e anche la struttura svizzera, che l'ha aiutato a morire.La cosa farebbe ridere se non fosse drammatica.Sappiamo tutti che i figli aiutano a morire i genitori dando loro manciate di barbiturici, mentre medici e infermieri si girano dall'altra parte, pero' non si puo' fare, non si piu' uccidere. Uccidere Welby, deve essere stata dura per il medico che l''ha fatto, Welby era un uomo colto, responsabile, e decidere di lasciare la vita, con la paura dell'ignoto, non deve essere stato semplice neanche per lui. Ogni situazione è a sè stante, la situazione della  signorina Englaro è diversa da quella di Welby e da quella di Magri, e da quella di Monicelli, ma lo Stato non puo' autorizzare l'uccisione di esseri umani.
Non si puo' fare.
Le statistiche si trovano sul web, basta cercare.
Ciao.
Tornare in alto Andare in basso
cardif




MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Dom 6 Mar - 22:31

Micol ha scritto:
... l'unico padrone è solo Dio
.... è scritto non uccidere ... lo Stato non puo' autorizzare l'uccisione di esseri umani.
Le statistiche si trovano sul web, basta cercare.

Se ci fermiamo al primo punto, non c'è discussione.
Comunque pare che Dio abbia dato la forza a Sansone, che lo aveva invocato, di suicidarsi e uccidere tutti i Filistei. A meno che Sansone non fosse capace senza intervento divino di sollevare tonnellate.
Nella Bibbia sono citati, senza condanna, nove casi di suicidio.
"Nel V secolo, Sant’Agostino scrisse il libro La città di Dio, in cui vi è la prima condanna del suicidio del Cristianesimo." Questo l'ho letto su Wikipedia.
Se a te risulta diversamente inseriscilo su Wikipedia oppure scrivilo qua. Lo inserirò io. Però è necessaria la fonte, non una opinione.

Però si parla di eutanasia, di suicidio assistito, non di omicidio. Se l'assistente fosse visto come un assassino, anche il boia che esegue una sentenza di morte lo sarebbe. E la giuria
sarebbe mandante di un assassinio. E perché poi nella guerra guerreggiata non dovrebbe valere?
Eppure lo fanno inpunemente in base a leggi fatte dagli uomini in barba a Dio. Sono leggi che hanno come fondamento la laicità degli Stati e l'opportunità, non la religione. Non sono Stati fondamentalisti cattolici. Se lo fossero, non si potremmo criticare gli Stati fondamentalisti islamici.
O la differenza nella nostra democrazia consisterebbe solo nel fatto che le donne possono girare in minigonna?

In verità il caso dell'avvocato pugliese mi lascia perplesso. Se non aveva il tumore non aveva nemmeno dolori. E decidere subito, a distanza di mesi dall'ipotetica fine e senza verifiche con nuovi accertamenti, mi sembra un po' strana tanta fretta.

Capisco che tu voglia attenerti alle Sacre Scritture, ma io parlo della libertà dell'uomo in uno Stato nemmeno laico ma almeno di diritto.
A me interessa capire in base a quale considerazione chi è contro l'eutanasia ha il diritto di vietarla a me; qui e ora e non in base alle scritture di S.Agostino di sedici secoli fa.
E perché imporlo a chi non è cattolico? Perché vive in Italia, dove c'è uno Stato fondamentalista cattolico? Una risposta, per favore ...

Forse t'è sfuggito ma nell'articolo c'è scritto che l'ISTAT dal 2010 non specifica il movente dei suicidi e, in particolare, il numero di quelli dovuti a malattie.
I firmatari chiedono che questo dato venga di nuovo raccolto e pubblicato perché "I deputati si troveranno ora privi della sola serie di dati che consentiva di ragionare non in astratto su una ipotesi che a noi, non “addetti ai lavori”, sembra degna di valutazione."
Insomma per evitare che i motivi ideologici prevalgano su quelli più ragionati e basati su situazioni reali.

ciao

cardif
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Dom 6 Mar - 23:05

Cardif,

Fai sempre molte domande e è difficile rispondere a tutte.

Sansone è una figura molto bella, perchè , anche con lui, possiamo vedere nella Bibbia, come nulla è impossibile al Signore. Egli è un campione di Dio.
Dunque, è scritto nei Giudici (13-1) che gli Israeliti tornarono a fare cio' che è male agli occhi del Signore e il Signore li mise nelle mani dei Filistei per 40 anni. C'era un uomo chiamato Manoach e sua moglie era sterile ma un angelo del Signore le apparve e le disse, concepirai e partorirai un figlio che comincera' a liberare Israele dalle mani dei Filistei. Nacque cosi' Sansone, e lo spirito del Signore comincio' ad investirlo.Sansone ci ricorda che il Signore interviene nella Bibbia quando sembra che tutto sia perso e invece ecco il nuovo campione di Israele.Mi dirai :ma si è ucciso ,uccidendo i Filistei... Ma tu perchè fai dei paragoni cosi' lontani da cio' che si dice: era una guerra, la guerra contro i Filistei, dovevano battersi, nello Zohar, nel Talmud sara' spiegato perchè in caso di guerra si puo' uccidere.

Chiedi un'altra risposta, ma io l'ho data molte volte, ma capita di non leggere tutti i post, è ovvio.

Dici , perchè chi è contrario all'eutanasia mi deve redarguire se io sono favorevole?Perchè, è scritto, che se non lo fa va nel fuoco eterno, anch'egli, deve cercare di dissuaderti,ma se dopo vari tentativi non riesce a rimetterti sulla buona strada, deve scuotere la polvere che ha sotto i sandali a andare altrove.

Per correggere Wikipedia, mi iscrivero'.
Ciao


Ultima modifica di Micol il Lun 7 Mar - 10:26, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Lun 7 Mar - 8:15

L'eutanasia è un atto di pietà.

_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Lun 7 Mar - 15:17

Giusto, l'eutanasia è un atto di pietà.
Se una persona è attaccata ad una macchina, cara Micol, non è Dio a tenerla in vita.
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Lun 7 Mar - 16:10

Flaviomob.

C'è il Signore che ha dato l'intelligenza all'uomo per costruire una tale macchina e tenere in vita chi ne ha bisogno, nel mondo non esistono solo i ballerini di flamenco, ma anche gli ammalati, secondo te, dunque, dobbiamo fare dei corridoi preferenziali, in Italia, per indirizzare questi ammalati , con appositi treni terminali, in qualche forno crematorio? E chi li  uccide? Tu? Io no.
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Lun 7 Mar - 18:16

Micol, quel Signore ha dato agli uomini anche la capacità di provare compassione, quella che Lui non ha, visto che è stato Lui a inventare la morte, e soprattutto la coscienza della morte, e le sofferenze che l'accompagnano.
La vita è cosa del Signore, la morte è un problema con il quale ce la vediamo noi: la morte ci appartiene.

_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Lun 7 Mar - 19:12

Rom

Oh, povera me, da sola contro un branco di forumisti agguerriti e favorevoli all'eutanasia.
Certo, il Signore ha inventato la morte ( diciamo così, nell'Eden Adamo ed Eva non erano immortali, ma gli uomini tendono all'immortalità che finalmente un giorno verrà loro concessa), però non è permesso uccidere- ho letto il racconto tristissimo, nel link, di un ragazzo che voleva morire e si è gettato dalla finestra fratturandosi solo le ossa, nessuno qua puo' giudicare, la Chiesa ha sempre la stessa motivazione per la sofferenza che è la salvezza dell'anima, di chi soffre, dei suoi famigliari, e del mondo intero, gli Ebrei dicono che si soffre per un disegno di Dio, a noi ignoto, e che non si possono accettare da Dio solo le cose belle, ma si devono accettare anche quelle brutte, sennò sarebbe troppo comodo. Chi non è credente vuole essere assistito nel suo percorso verso la morte, ma non si puo' fare , è Dio che richiama, noi non possiamo farlo. A noi non è permesso.
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Lun 7 Mar - 20:47

Micol, non sei sola.
Di fronte a questi pensieri siamo sempre tutti insieme.
Se è una quota di dolore che desidera il Signore, ne accumuliamo in abbondanza durante la nostra vita, e nelle fasi terminali della malattia: può essere soddisfatto, se è un dio malvagio.
Se è un dio benevolo, può ammirare la nostra lotta, e apprezzare che infine si muoia dolcemente.
Io voglio pensare che sia benevolo.

_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Lun 7 Mar - 21:00

Rom

Ma gia' quest'estate parlavi di dio malvagio, ma come ti puo' venire in mente, è una gravissima bestemmia, Dio è bonta' infinita.Non è soddisfatto se soffriamo-ma perchè poi?-anche Lui si è incarnato per soffrire-non elimina la sofferenza, lascia che la Natura faccia il suo corso.
Davvero moriamo dolcemente con le fiale , le flebo, sapendo che Di Là  troveremo Dio a chiederci ragione di cio'?Certo che è misericordioso, ma vorra' sapere perchè lo abbiamo fatto, contravvenendo alle sue Leggi.Chissa', forse voi immaginate che dopo le flebo, le fiale, e la dolce morte si entra in un tunnel bianco e poi chissa' dove si va a finire, nella luce, basta "farla finita", ma si finisce al cospetto di Dio, che ci interroga, ma quale dolce morte, ci prende a bastonate, perchè non rileggi la Lettera ai Filippesi, grazie alla quale s'imparano un sacco di cose.Tu sei fortunato, puoi leggerla in greco, perchè lo sai.
Ciao
Tornare in alto Andare in basso
cardif




MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Lun 7 Mar - 22:10

Micol ha scritto:
Oh, povera me, da sola contro un branco di forumisti agguerriti e favorevoli all'eutanasia.

Sopporta stoicamente; forse è una piccola quota di dolore riservatati dall'Alto allegro

La spiegazione che hai scritto in altri messaggi e in cui credi l'ho già letta. Però secondo me può andar bene per coloro che vogliono diffondere la Bibbia e la Parola di Gesù.
Apostoli e testimoni di Geova, che bussano alle porte per convincere a redimersi in prossimità della fine del mondo. E al 'no' vanno avanti
Parli di 'redarguire',  'fuoco eterno', 'veri tentativi', 'buona strada'. Sono concetti su base religiosa, mica sulla base del diritto.
Immagina di applicare questi concetti alla legge sul limite di velocità. Pensa al poliziotto che chiede a chi lo supera: "Io ti redarguisco, corri il rischio di cadere nel fuoco eterno, quante volte hai superato il limite? Rimettiti sulla buona strada, figliolo. Ma se tu non vuoi ne fermo un altro".
No, non è questa l'impostazione, nella società democratica laica di diritti e doveri di cui parlo io. Una legge non può essere fatta e poi, se uno vuole, la rispetta, altrimenti si passa avanti.
Dio è quello che, indispettito per la disobbedienza riguardo alla mela, condannò non solo Adamo a lavorare soffrendo e Eva a portorire con dolore, ma anche i miliardi di loro discendenti. Anche per la religione cattolica si vive in 'questa valle di lacrime'.
A me un Dio così non piace, non ci credo. Quindi perché io debbo essere obbligato dalla legge degli uomini che credono in Lui a soffrire per forza?
Guarda l'eutanasia con gli occhi del morituro, non di quelli che lo potrebbero aiutare come fanno in Svizzera. Se chiedo di lasciarmi del veleno e andarsene, sono io che decido se suicidarmi, non loro ad uccidermi.
Altrimenti è un po' assassino anche il tabaccaio o il venditore di liquore, che mi uccide un po' alla volta.
E' assassino anche il padre che fa prendere l'auto al figlio fresco di patente e inesperto, e che muore in un incidente. Cosa che succede spesso.

Comunque io espongo solo la mia opinione. Non scrivo per avversione nei confronti dell'opinione altrui.

cardif
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Lun 7 Mar - 22:38

Cardif.

Ma non era una mela, era un pomo dell'albero della conoscenza del bene e del male.

Ma si parlava di religione, non di diritto.

Non fa mica male rileggersi la Bibbia ogni tanto...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Lun 7 Mar - 23:15

cardif ha scritto:
Comunque io espongo solo la mia opinione. Non scrivo per avversione nei confronti dell'opinione altrui.

Con l'esposizione della tua opinione difendi la tua libertà, e con la tua la mia libertà e anche quella di coloro che (nonostante l'esempio che ricevono, sigh!) vogliono imporre a tutti un comportamento secondo le scritture (tradotte nei millenni in varie lingue  da amanuensi ad amanuensi) che essi ritengono "sacre" e, quindi, indiscutibili.
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Lun 7 Mar - 23:50

Iafran

E ma poi nel 1492 fu inventata la stampa, e fu subito stampata una Bibbia.

 Il 1492 fu un anno importante -ci diceva la maestra-mori' Lorenzo il Magnifico e fu scoperta l'America. Tanto per rinfrescare.
Tornare in alto Andare in basso
cardif




MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Lun 7 Mar - 23:55

Micol,
veramente si parlava della legge in discussione in Parlamento; almeno è su quello che ho aperto. Sei tu che hai deviato sulla religione.
Ma, come ho già detto, non ho niente contro il fatto che tu la pensi così. Ce l'ho con quelli in Parlamento, che dovrebbero fare la legge, che non devono spostare il ragionamento sulla religione per cercare di conservare lo Stato italiano di diritto, democratico e non confessionale.

Iafran, grazie per avermi capito allegro

cardif
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Lun 7 Mar - 23:59

Micol ha scritto:
E ma poi nel 1492 fu inventata la stampa, e fu subito stampata una Bibbia.

Nel 1492 la stampa non traduceva meccanicamente; comunque ciò che veniva stampato non era stato immune da millenni di manipolazione delle menti più acute per dominare i popoli.


PS - cardif, sai le risate che si fanno quelli che vedono il successo dei loro prodotti sulle menti ingenue:

- i predicatori ed i dottori della chiesa per la loro retorica verbale o scritta;
- gli amanuensi per le loro libere artificiosità;
- i pittori, gli scultori ed i cartapestai per l'adorazione ricevuta dalle loro opere.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Mer 9 Mar - 14:21

Queste vicenda dei "libri sacri" mi ha spinto a ricercare quanto si possa leggere (in modo sommario e  senza troppe pretese) sull'argomento.

Su wikipedia (https://it.wikipedia.org/wiki/Bibbia ) troviamo:

La Bibbia (dal greco antico βιβλίον, plur. βιβλία (biblìa) che significa "libri") è il testo sacro della religione ebraica e di quella cristiana. È formata da libri differenti per origine, genere, composizione, lingua e datazione, scritti in un lasso di tempo abbastanza ampio, preceduti da una tradizione orale più o meno lunga e comunque difficile da identificare, racchiusi in un canone stabilito a partire dai primi secoli della nostra era. 

Cioè, di tutto e sempre di più. Per non parlare dei vangeli, che sono quelli più a noi vicino e che dovrebbero essere meno variegati; invece, ci sono i Vangeli canonici (tenuti in venerazione dalle chiese, da cui si sono originate) e tanti altri esclusi dalla liturgia (i Vangeli apocrifi: dell’infanzia, di origine giudeo-cristiana, gnostici, di origine ecclesiastica), che a volte smentiscono e altre volte perorano la veridicità dei diversi scritti accettati e considerati “sacri”.  (Non dimentichiamoci, poi, di Joseph Smith, che, al pari di altri “illustri predecessori” rivendica di avere trovato le “tavole d’oro” nel territorio di Palmyra, New York, e di averle tradotte dall’egiziano riformato per volontà di Dio ne “Il libro di Mormon”).

Insomma, man mano che il "fiume" (una fede religiosa qualsiasi) prosegue nel suo letto si arricchisce di altri rivoli e torrenti che ne influenzano il corso.
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Mer 9 Mar - 14:50

Micol, l'intelligenza ci è stata data per costruire macchine che tengono in vita artificialmente. Ci è stato dato anche il libero arbitrio. L'accanimento terapeutico è inammissibile anche per la chiesa di Roma. Il testamento biologico invece è promosso dai laici ma anche dai protestanti, che leggono la stessa tua Bibbia e lo stesso tuo Vangelo  contratto
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Mer 9 Mar - 15:49

Flaviomob.

Caro Flavio, aspettavamo di sentire la tua possente voce al riguardo.Ma noi non parlavamo di accanimento terapeutico, ben s'intende, ma solo di eutanasia.Io ho sentito persone, con genitori ricoverati per il m. di Parkinson, pretendere l'eutanasia per tutti i malati con distubi extrapiramidali, poi potremo proporre l'eutanasia per i paraplegici, o per chi ha perso un braccio in un incidente stradale, e così via.Penso, a volte, alle sorele del'Avvocato Agnelli, ancora in vita, Maria Sole e Clara, dovrebbero avere circa 100 anni, quelle all'eutanasia non ricorreranno mai, ma tutti i vecchietti del suburbio sapranno che i nipoti li uccideranno con veleno per topi nella minestrina, ossia vivere sara' un affare solo per ricchi, gli altri verranno uccisi e tolti di mezzo e staranno ben attenti a dire che hanno il raffreddore, Mein Kampf verra' ristampato, e chi non ha profilo ariano buttato nelle fossa dei leoni.
Tutto ciò mi spaventa, ci saranno le sentinelle che diranno, tu puoi lavorare, vai ad asfaltere le strade, tu non puoi lavorare , al forno crematorio.
Ci sara', da domani, la vendita delle uova di Pasqua per combattere leucemie e linfomi, compriamole, 20 anni fa solo i fortunati sopravvivevano, oggi molti di piu', credo sia questa la lotta che dobbiamo portare avanti, l'amore per la ricerca, non l'uccisione dei piu' deboli.

 Iafran.

Ci hai spiegato perchè la Bibbia si chiami così, bene, però mancano le date esatte, a quando risalgono le prime narrazioni bibliche?Le date sono importanti. Ciao
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Mer 9 Mar - 18:00

Iafran.

Ma io penso che continuare a credere, pur con tutta questa varieta' di canoni, sia a favore del cristianesimo, che ancora resiste a tutti gli attacchi.
Pero' non ci hai parlato delle date delle varie narrazioni bibliche, Attendiamo.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Mer 9 Mar - 19:11

Micol ha scritto:
Iafran.

Pero' non ci hai parlato delle date delle varie narrazioni bibliche, Attendiamo.

Il sito da me consultato riportava molte informazioni sulle fonti dei testi biblici in ebraico e in greco (nonché sulle migliaia del testo nelle diverse lingue, dal Pentateuco samaritano, fissato nel IV secolo a.C.; dal Peshitta, in aramaico e dal Settanta in greco dell'Antico Testamento - più antica della fissazione dello stesso Testo masoretico, scritta ad Alessandria d'Egitto tra il IV e II secolo a.C. - fino alla Bibbia CEI del 2008, non trascurando l’edizione di Lutero del 1534 e quella di Re Giacomo del 1611), comprese le date che ti incuriosiscono e che io, per non affaticare la lettura, ho indicato la fonte della mia ricerca-senza-troppe-pretese (https://it.wikipedia.org/wiki/Bibbia ) per lasciare a chi lo desiderava di documentarsi da sé e di scoprire che  "La Bibbia è il testo sacro anche del rastafarianesimo ortodosso".
Mi sembra, comunque, che anche “Il libro di Mormon” sia una speciale Bibbia ad uso e consumo delle popolazioni nordamericane (almeno dal 1823 in poi).
.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Mer 9 Mar - 19:29

Micol ha scritto:
Ma io penso che continuare a credere, pur con tutta questa varieta' di canoni, sia a favore del cristianesimo, che ancora resiste a tutti gli attacchi.

Due sera fa, vedendo un film in cui veniva proposta la diffusione per radio della dichiarazione di guerra di Mussolini alla Francia ed all'Inghilterra, ho pensato che qualcuno, a distanza di più di 80 anni, può ancora pensare che il duce fosse mandato da chissà quale Dio a sollevare le sorti di tutti gli italiani. 
Io, invece, ho  delle fortissime remore sul personaggio che è saltato agli onori della storia nazionale ed europea nella prima metà del secolo scorso.
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Mer 9 Mar - 19:35

Iafran.

Ma io non sono d'accordo col tuo modo di fare, allora se un utente vuol perlare delle Guerre Messeniche non scrive niente, e dice solo di andare a vedere su Wiki e basta. Io penso che se qualcuno voglia affrontare un argomento e porgerlo ai lettori, si deve fare uno schemetto-sì, come quello dei nostri esami universitari- chiaro e stringato,- e poi scrivere. Se tu ci spieghi bene , noi non ci affatichiamo. Qui il lettore non sa in che epoca ci troviamo, perchè al catechismo gli insegnano solo le preghiere e niente altro, per cui tu cerca di inquadrare rapidamente, ma lo devi fare tu, mica ci devi rimandare a wiki, no?
Non ci hai voluto inquadrare il canone biblico veterotestamentario storicamente, insomma in che epoca sono stati scritti questi libri?E'una risposta semplice, dal XIII sec al VI a C e precisamente al 538 a C, quando Ciro il Grande fece tornare gli Ebrei in Palestina. Tu, mi dirai, sei tornata a consultare, ma no, ci sono delle date fisse nella mente, epoca di composizione di Iliade e Odissea, epoca di composizione dell'epopea di Gilgamesh, e si cerca di barcamenarsi in questo periodo oscuro che segue la Preistoria.Insomma di qualcosa dobbiamo parlare.Questo per quanto riguarda l'Antico Testamento.Poi domani pensiamo al Nuovo Testamento, è anche Pasqua.
Ciao
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Mer 9 Mar - 19:59

Micol ha scritto:
Iafran.

Io penso che se qualcuno voglia affrontare un argomento e porgerlo ai lettori, si deve fare uno schemetto-sì, come quello dei nostri esami universitari- chiaro e stringato,- e poi scrivere. Se tu ci spieghi bene , noi non ci affatichiamo. Qui il lettore non sa in che epoca ci troviamo, perchè al catechismo gli insegnano solo le preghiere e niente altro, per cui tu cerca di inquadrare rapidamente, ma lo devi fare tu, mica ci devi rimandare a wiki, no?
Non ci hai voluto inquadrare il canone biblico veterotestamentario storicamente, insomma in che epoca sono stati scritti questi libri?E'una risposta semplice, dal XIII sec al VI a C e precisamente al 538 a C, quando Ciro il Grande fece tornare gli Ebrei in Palestina. Tu, mi dirai, sei tornata a consultare, ma no, ci sono delle date fisse nella mente, epoca di composizione di Iliade e Odissea, epoca di composizione dell'epopea di Gilgamesh, e si cerca di barcamenarsi in questo periodo oscuro che segue la Preistoria.Insomma di qualcosa dobbiamo parlare.Questo per quanto riguarda l'Antico Testamento.Poi domani pensiamo al Nuovo Testamento, è anche Pasqua.

Su questo argomento ne ho parlato tanto in vari thread e ribadisco ancora una volta che sono molto scettico sulle verità "religiose" che si vuole dare a bere al popolo per garantirsi potere e privilegi.
Se volevi prendere in considerazione le mie opinioni potevi anche commentare quando ho scritto che "man mano che il "fiume" (una fede religiosa qualsiasi) prosegue nel suo letto si arricchisce di altri rivoli e torrenti che ne influenzano il corso" o tu vuoi imporre ad altri la fede religiosa che ti ritrovi, come fanno tutti gli integralisti di questo mondo?

PS - Visto che sei una fervente religiosa perché non fai sapere il tuo pensiero su "Il libro di Mormon"?
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Eutanasia   Oggi a 2:51

Tornare in alto Andare in basso
 
Eutanasia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Metà anestesisti favorevole all'eutanasia
» il Papa contro l'eutanasia...
» Malati terminali
» Clinica svizzera aiuterà una donna sana a morire
» C'è morire e morire : eutanasia !

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ES - Circolare Rossa :: Ponte Matteotti  :: La storia siamo noi-
Andare verso: