Salve Ospite. Ti trovi nel forum ES - Circolare Rossa. Buona navigazione.
 
PortalePortale  IndiceIndice  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Domenico Scarlatti e la chitarra

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Dom 10 Gen - 1:20



In carrozza!
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Dom 10 Gen - 1:31

Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Dom 10 Gen - 17:21



Il russo Gilels interpreta in un'atmosfera rarefatta, meditativa e quasi romantica la mia sonata preferita di Scarlatti. Dedicata, come sempre, a Tessa e a tutti voi, amici "rossi" circolanti :)
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Dom 10 Gen - 18:20

Grazie, caro Flavio per la sonata.Ma tu non sei rosso? Che sei?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Dom 10 Gen - 19:06

"Elementare Watson!" uno dei "rossi" circolanti.
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Lun 11 Gen - 16:17

Possiamo passare a Bach?
Ti saluto, e piacere per averti conosciuto. allegro
Abbi tu una piacevole vita. timido
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Mar 12 Gen - 0:10

Tutti rossi sulla circolare!

Back to Bach: o forse no?

Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Mar 12 Gen - 1:08

Invenzioni a due e tre voci di Bach.Le conosci ,no? allegro
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Mar 12 Gen - 23:31

Le conosco cara Tessa, mi piacciono anche nella versione "romantica" di Bahrami, ma tra le composizioni per tastiera preferisco le Suites inglesi e soprattutto il Clavicembalo ben temperato. Poi con l'Arte della fuga e le Goldberg contempliamo universi e mondi lontanissimi e misteriosi.
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Mer 13 Gen - 3:52

Caro Flavio, ma guarda un po',io le invenzioni a due voci di Bach le adoro ma la prima sonatina non riesco ancora a farla senza metterci almeno un errore ( e non solo io, le altre sonate si fanno senza errori, ma cosa avrà la prima sonata di invenzioni a due voci di Bach? Non credo sia poi cosi' difficile, anche se molto impegnativa), hai una dritta per suonare  Bach senza errori? Ciao timido
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Mer 13 Gen - 22:28

Capita spesso anche a me, con il Clavicembalo ben temperato I e II.

Di solito bisognerebbe studiare i brani lentissimi e a mani separate, ma questo sicuramente lo sai già meglio di me.

A volte poi mi capita di tornare a casa in estate dopo qualche giorno di vacanza senza esercitarmi, rimettermi al pianoforte e suonare meglio che se avessi fatto ore ed ore di esercizi. Forse è più importante essere sciolti e rilassati, o in armonia con gli elementi. Mah. Intanto godiamoci chi è bravo! Ciao Tessa e buone note.


Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Gio 14 Gen - 3:03

Caro Flavio, io i brani di Bach li ho trovati diffici piu' di quelli di Beethoven-e forse lo sono-perchè la prof.ssa ripeteva:senza di Bach non potete fare nulla, senzadi Bach non potete fare nulla, e non so se sia vero, a questo punto quando mi mise davanti Bach , Invenzioni a due voci, io non volevo davvero saperne, ma lei mi incoraggiò dicendo che le sonate erano bellissime ( lo disse anche per Schubert, Schumann, Mozart etc), certo non le potevo fare pensando aqualche altra cosa, e si capisce, e io mi sono esercitata molto prima con una mano e poi con l'altra ma al momento di metterle insieme-la sonatina è deliziosa, sì,- almeno un errore nella prima sonatina lo faccio sempre, nelle altre no, per me è un mistero, devo odiare la prima sonatina in modo particolare, ci riproverò, sì.
Tu mi parli di tutti questi altri strumenti , di cui non sono esperta, ma certo gli altri, qui,si intenderanno di molti altri strumenti.
Ciao, buonanotte.
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Gio 14 Gen - 22:39

Anche a me, se ci penso, capita di eseguire peggio alcuni preludi e fughe di Bach che ho studiato per primi, magari in vista di un esame imminente, invece di quelli che ho imparato per mio desiderio negli ultimi anni.

Buonanotte Tessa-Euterpe. Che la musica popoli e allieti i tuoi sogni.

Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Ven 15 Gen - 4:54

Sì, può essere.I primi studi di Bach possono risultare molto duri e antipatici, con le parole bibliche degli insegnanti "Senza di Bach non si va da nessuna parte, senza di Bach non si può fare nulla", e così i primi preludi e fughe di Bach sono odiosi, poi man mano i successivi ci appaiono meno difficili e piu' affascinanti, certo abbiamo un bel po' di tecnica in più nelle mani.

Penso che molta colpa l'abbiano i professori in qualsiasi settore, ricordo che avevamo la monaca di greco che ci rimproverava perchè non sapevamo leggere bene in metrica, ad alta voce, Omero...figurati... Ci scoccio' talmente che poi non sapemmo leggere in latino, in metrica, manco Virgilio, ma non eravamo aedi e rapsodi, che ci importava a noi, ci chiedesse quei quattro paradigmi e la finisse, macchè, leggere Omero in metrica, in greco, queste sono le cose assolutamente inutili che ti fanno studiare a scuola. Non abbiamo imparato a leggere mai nulla, ne'in greco, ne'in latino, in metrica, ma doveva essere nel programma del ministero.Ah, no, un solo rigo so in latino, in metrica, a memoria perfino, il primo rigo della prima ecloga: Titire, tu patulae recubans sub tegmine fagi...etc. Tanta fatica e un rigo solo è rimasto.
Euterpe se ne va a dormire, addirittura Euterpe hai scomodato.
Ciao
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Ven 15 Gen - 11:05

Noi a Monza avevamo una scuola di musica che non era parificata ai conservatori, eppure ci facevano fare l'esame ogni semestre: lo ricordo come una cosa stressante, anche perché ero piccolo: ho iniziato a otto anni. Ti sentivi la tensione nelle mani. 
Così quando affrontai la maturità, mi sembrò una passeggiata.

Avevamo anche un professore di teoria, ma non era il mio, che scriveva solfeggi cantati. Si chiama Giuliano Manzi: io adoravo quello che scriveva , lui stava per pubblicare il suo secondo volume di solfeggi cantati e la mia insegnante gli raccontò che non vedevo l'ora di avere il suo nuovo libro. Lui allora me lo regalò con una dedica speciale al  "primo che abbia desiderato avere questo libro". Mi ricordo che era simpaticissimo e si sedeva sempre di sbieco quando era teso per gli esami dei suoi alunni: così ogni tanto rompeva qualche sedia e lo rimproveravano! Anni dopo mise in piedi un coro con repertorio legato alla musica popolare, in buona parte friulana come lui era: divertente, originale e stimolante; mia sorella ne fece parte per molti anni. Lui batteva il tempo con i piedi e faceva un casino tremendo, per cui si beccava altri rimproveri dai parrucconi della scuola.  ghigno sghignazza  
incazzato

Grazie all'ispirazione dei suoi solfeggi, iniziai a comporre.  romeo romeo romeo romeo romeo romeo
Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Gio 21 Gen - 0:06

Tornare in alto Andare in basso
flaviomob



Età : 46
Località : Monza

MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Mer 3 Feb - 23:50

Dedicato a Tessa, che ha cambiato nome

Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Domenico Scarlatti e la chitarra   Oggi a 21:15

Tornare in alto Andare in basso
 
Domenico Scarlatti e la chitarra
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» chi suona la chitarra...?
» I piu bei link su Facebook
» Bossa Nova e dialetti musicali-Renus
» progetto ora alternativa
» OVER 40 IN CORSA VERSO IL 3° TENTATIVO alla Crea di Taranto che mi dà fiducia

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ES - Circolare Rossa :: Via Induno :: Cuori in poltrona-
Andare verso: