Salve Ospite. Ti trovi nel forum ES - Circolare Rossa. Buona navigazione.
 
PortalePortale  IndiceIndice  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Gio 20 Ago - 9:56

Doveva essere una notte bianca, quella appena trascorsa, lungo il corso principale di Trebisacce (CS), fra venditori di souvenir, quadri, ceramiche tunisine e fornitori di gelati, panini, birre ed esibizioni musicali. Il copione proponeva anche il concerto di Eugenio Bennato. Girovagando, girovagando ci siamo ritrovati nella piazza centrale. Già che c’eravamo … ascoltiamolo un po’ … al margine, naturalmente … tanto prima o poi ritorneremo nella baldoria! Il cantante, per me, aveva un nome sentito tante volte, mai ascoltato come tantissimi altri, e niente più … insomma, una probabile “noia”. Invece … ritmi musicali caldi e coinvolgenti (pizzica e taranta, da me preferiti) con varietà di strumenti e di voci a trattare temi sociali e politici, gli stessi che molti toccano in qualche canzone (e che sfruttano) per fregiarsi della “palma di un cantante impegnato”. Penso che Eugenio Bennato sia una “persona artistica impegnata” e che i suoi si possano ritenere “concerti”, per l’anima che li impregna e che traspare.
Non propongo nessun video, non saprei quale scegliere, sono tutti meravigliosi ( http://testicanzoni.mtv.it/testi-Eugenio-Bennato_84942 )  propongo invece il testo di “Ninco Nanco” … per fare riflettere sulla questione meridionale (con il ritmo della pizzica) da risolvere.
 
Sarà una spina nel fianco Ninco Nanco quando campa,
sarà una spina nel cuore Ninco Nanco quando muore.
Sarà una spina nel fianco Ninco Nanco quando campa,
sarà una spina nel cuore Ninco Nanco quando muore.
 
1859, muore il vecchio re Borbone
e sul trono va suo figlio, 23 anni, ancora guaglione.
E' il momento di approfittare di questo vuoto di potere,
di quel regno in mezzo al mare difeso solo dalle sirene.
E u Banco ‘e Napoli è l'ideale per rifarsi delle spese,
per coprire il disavanzo della finanza piemontese.
 
E Ninco Nanco deve morire perché la storia così deve andare
e il Sud è terra di conquista e Ninco Nanco nun ce po' stare,
e Ninco Nanco deve morire perché si campa putesse parlare
e si parlasse putesse dire qualcosa di meridionale.
 
(Ritornello) Sarà una spina nel fianco Ninco Nanco quando campa,
 
E lo Zolfo di Sicilia e i cantieri a Castellammare
e le fabbriche della seta e Gaeta da bombardare.
E' l'ideale che fa la guerra, una guerra dichiarata
per vedere chi la spunta tra il fucile e la tammurriata,
e tammurriata è superstizione, questa storia deve finire
e qui si fa l'Italia o si muore e Ninco Nanco deve morire.
 
E Ninco Nanco deve morire perché la storia così deve andare
e il Sud è terra di conquista e Ninco Nanco nun ce po' stare,
e Ninco Nanco deve morire perché si campa putesse parlare
e si parlasse putesse dire qualcosa di meridionale.
 
(Ritornello) Sarà una spina nel fianco Ninco Nanco quando campa,
 
E per sconfiggere il brigantaggio e inaugurare l'emigrazione
bisogna uccidere il coraggio e Ninco Nanco è meglio che muore.
Perché lui è nato zappaterra e ammazzarlo non è reato
e dopo un colpo di rivoltella l'hanno pure fotografato.
E la sua anima è già distante, ma sul suo volto resta il sorriso,
l'ultima sfida di un brigante: "Quant'è bello murire acciso".
 
E Ninco Nanco deve morire perché la storia così deve andare
e il Sud è terra di conquista e Ninco Nanco nun ce po' stare,
e Ninco Nanco deve morire perché si campa putesse parlare
e si parlasse putesse dire qualcosa di meridionale.
 
E Ninco Nanco da eliminare e se lui muore chi se ne frega,
sulla sua tomba neanche un fiore, sulla sua tomba nessuno prega.
 
E Ninco Nanco da eliminare, che non si nomini più il suo nome,
sia maledetta la sua storia, sia maledetta questa canzone.
 
(Ritornello) Sarà una spina nel fianco Ninco Nanco quando campa,
 
E Ninco Nanco deve morire perché si campa putesse parlare

e si parlasse putesse dire qualcosa di meridionale.
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Gio 20 Ago - 11:57

Il video è sul Portale di questo forum.
L'idea originaria era quella di cambiare periodicamnte il video con altri, come una specie di "editoriale" in musica.
Ma poi ho deciso che questo pezzo di Bennato dovesse essere la copertina permanente.

Che il Mediterraneo sia
quella nave che va da sola
tutta musica e tutta vele
su quell'onda dove si vola
tra la scienza e la leggenda
del flamenco e della taranta
e fra l'algebra e la magia
nella scia di quei marinai
e quell'onda che non smette mai
che il Mediterraneo sia

Andare, andare, simme tutt'eguale
affacciati alle sponde dello stesso mare
e nisciuno è pirata e nisciuno è emigrante
simme tutte naviganti
allez, allez il n'y a pas de barrière
nous sommes tous enfants de la même mer
il n'y a pas de pirate il n'y a pas d'émigrant
nous sommes tous des navigants

Che il Mediterraneo sia
la fortezza ca nun tene porte
addo' ognuno po' campare
d'a ricchezza ca ognuno porta
ogni uomo con la sua stella
nella notte del dio che balla
e ogni popolo col suo dio
che accompagna tutti i marinai
e quell'onda che non smette mai
che il Mediterraneo sia

andare andare alla stessa festa,
di una musica fatta di gente diversa
da Napoli che inventa melodia
ai tamburi dell'Algeria
allez allez à la même fête
d'une musique qui va et jamais s'arrête
de Naples qui invente sa mélodie
aux tambours de l'Algérie


Che il Mediterraneo sia
quella nave che va da sempre
navigando tra nord e sud
tra l'oriente e l'occidente
e nel mare delle invenzioni
quella bussola per navigare
Nina, Pinta e Santa Maria
e il coraggio di quei marinai
e quel viaggio che non smette mai
che il Mediterraneo sia

(al baar al albiad al mutahuassed)

Che il Mediterraneo sia
quella nave che va da sola
tra il futuro la poesia
nella scia di quei marinai
e quell'onda che non smette mai
che il Mediterraneo sia.

Ci sono molte, molte poesie, comprese nella cosiddetta letteratura seria, che non hanno la dolcezza e la potenza evocativa di questi versi - i versi di quella che molti critici, e molta opinione pubblica, classificano come "canzonetta".
Canzonette erano anche quelle del dolce stil novo, dell'amore provenzale, che hanno cambiato la storia dei nostri sentimenti.
Arte popolare era anche quella della commedia, nei teatri dove si affollavano - come oggi ai concerti rock - lavandaie e dottori, principi e panettieri.
Così come molto strumentali al diletto delle corti erano le composizioni viennesi o mozartiane - poi scopriamo la magia del Danubio blu, quando Kubrik la fa diventare colonna sonora che accompagna il volteggio delle astronavi nella sua Odissea.

Questa di Bennato è una delle migliori rappresentazioni poetiche che siano mai state fatte, della storia di un mare unico al mondo:
Like a Star @ heaven ... quell'onda dove si vola
tra la scienza e la leggenda
del flamenco e della taranta
e fra l'algebra e la magia  Like a Star @ heaven

L'algebra e la magia.
Non riesco a immaginare una parola, una sola, da aggiungere a queste due, per raffigurare tremila, forse più, anni di storia - che è storia, ma anche anima dell'umanità.
La scienza e la leggenda.
E un mare che unisce, più che dividere, le onde "dove si vola": la libertà di popoli che si muovono e respirano.
Like a Star @ heaven

_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Gio 20 Ago - 14:23

Rom ha scritto:
Il video è sul Portale di questo forum.
L'idea originaria era quella di cambiare periodicamnte il video con altri, come una specie di "editoriale" in musica.
Ma poi ho deciso che questo pezzo di Bennato dovesse essere la copertina permanente.

Ti ringrazio Rom, per il video che hai proposto. Mi rammarico di non averlo notato in precedenza (me ne scuso con te), perché la musica non mi prende più di tanto e “il cantante,  per me, aveva un nome sentito tante volte, mai ascoltato come tantissimi altri, e niente più …” invece ho scoperto che Eugenio Bennato ha tutto un suo modo di intendere e di portare all’attenzione vicende che sono sotto gli occhi di tutti e che passano inosservate. Una scoperta esaltante, che dà speranze e che mi arricchisce.
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Gio 20 Ago - 15:25

In quel video, Mediterraneo, c'è tutto da osservare, oltre che da ascoltare: la bellezza della danzatrice, una salentina dilettante che per caso è stata poi cooptata dal gruppo musicale (e credo anche da Bennato, per uso personale I love you ), e poi quella meravigliosa voce nera e quell'altrettanto scolpita voce roca del suo compagno nordafricano, che sembrano uscite dal racconto che mi fece un cameraman, dopo un soggiorno in Egitto per una serie di documentari: al tramonto, sulle rive del Nilo, dal campo vicino si levavano canti, alcuni lenti e solenni come nenie rituali, altri danzanti e ritmati, in cui si mescolavano voci roche e voci argentine, e percussioni, e flauti - mentre le figure che durante il giorno erano state di operai e di fantesche, vagavano nel crepuscolo erette e principesche, la loro pelle scura lucente come seta.

Ti regalo un altro video di Bennato, e dei medesimi compagni di scena.
Goditi, tra l'altro, l'assolo di chitarra - la passione di un musicista che dimentica tutto.
E, subito sotto, il testo.




None none none
nun’è ommo cu bace fore
na ca umo cu stece a casa
fore ce manna lu servitore.

None none none
nu mandare can un te vole
na c’aggiu mannatu ieu
aggiu perso le parole

Quando sona la taranta
è il mio sud che dal suo ghetto
sta sfidando tutto il mondo
col suo ritmo maledetto
sta sfidando anche l’inferno
il mio sud scomunicato
quando sona la taranta
quella musica è il peccato.

Quando sona la tammorra
è il mio sud che sta partendo
come parte Don Chisciotte
contro i mulini a vento
nella civiltà allo sbando
solo con la sua poesia
il mio sud ci sta provando
Davide contro Golìa.

Kollo lafarit fsahara
dor otkhawaf fia
mnin nasef anaja ala
darabouka lihdani abi.

Quando questo ritmo di contrabbando
mi fa andare controvento
per seguire fino in fondo
quella musica che io sento
è il mio cuore che sta volando
per andare all’appuntamento
con i diavoli del flamenco
con le streghe di Benevento
e quel ritmo di contrabbando
che somiglia a un sentimento
è il mio cuore che sta emigrando
verso tutti i Sud del mondo.

Twende twende kumuani
na mungalawa na mungalawa
twende twende kumuani
na kungalawa na kungalawa.

Quando sona la battente
è il mio Sud che sta suonando
contro l’indice d’ascolto
contro il telecomando
e quel suono che si sente
è il mio Sud che va lontano
clandestino e dissidente
fino al sound di Manu Chao,

Quando questo ritmo di contrabbando
mi fa andare controvento
per seguire fino in fondo
quella musica che io sento
è il mio cuore che sta volando
per andare all’appuntamento
con i diavoli del flamenco
con le streghe di Benevento
che nel ritmo di contrabbando
mi trascinano fino in fondo
nella strada del non ritorno
che mi porta dritto all’inferno.
Like a Star @ heaven

_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale


Ultima modifica di Rom il Gio 20 Ago - 16:02, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Gio 20 Ago - 15:49

Ma anche questa è molto interessante, anche se musicalmente meno bella.
Da leggere le brevi notazioni finali, che riportano le differenze (sostanziali) tra due versioni del testo.
Le donne del forum credo che apprezzeranno la figura del protagonista del filmato, una faccia giusta, come non capita spesso nelle produzioni televisive.


_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Gio 20 Ago - 19:53

Rom … che dirti quando colpisci nel segno … nella voglia di giustizia e di libertà?
Dopo essermi scusato per non aver dato “ascolto” alla tua proposta-video di presentazione del forum, mi compiaccio che, adesso, stai tu mostrando qualcosa dell’Autore-cantante. Potrei seguirti/ascoltarti per ore, questo è il mio genere/argomento preferito (forse non mi farebbe dormire la notte).
Dal video “Brigante se more” la mente va a tutte le guerre (“E' l'ideale che fa la guerra, una guerra dichiarata/per vedere chi la spunta tra il fucile e la tammurriata) e che fine possono avere quelle combattute dai cuori contro le armi e gli egoismi!
Le salentine (penso) sono le donne più sanguigne d’Italia e quando ballano la pizzica diventano incantatrici, ammaliano (Eugenio forse è per uso personale!) e coinvolgono.
Ad inizio millennio, mi sono trovato in una “osteria” a San Lorenzo Bellizzi, un paese sperduto dentro il Pollino, quando un giovane si è messo a far vibrare una bottiglia, un altro la chitarra e una ragazza a cantare al suono di pizzica … la ragazza era locale, studiava a Lecce, e faceva parte di un complesso musicale leccese.

Ieri sera c’erano meno orchestrali, rimaneva la salentina (che si è esibita nel ballo), due o tre altri coristi nordafricani, due chitarristi, un batterista, un sassofonista ed uno che suonava una trombetta acuta. Battiato ha cantato anche una canzone sulla chitarra battente ed ha detto che la sua era di Vincenzo De Bonis, l’ultimo (morto qualche anno fa) di una famiglia di Bisignano (provincia di Cosenza), che ha costruito strumenti musicali dal 1700.
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Gio 20 Ago - 22:26

iafran ha scritto:

E' l'ideale che fa la guerra, una guerra dichiarata/per vedere chi la spunta tra il fucile e la tammurriata)
Woody Guthrie

_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Ven 21 Ago - 0:03


_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Ven 21 Ago - 4:27

Sei stato fortunato, Iaf, a incontrare Bennato nel tuo girovagare estivo per piazze di paese.
Sono i miracoli dello showbiz, per cui nelle sagre estive, a un costo accessibile (o forse perfino per niente) si esibisce chi non trova spazio nei palinsesti televisivi, dove vengono invece pagate a peso d'oro le "ospitate" dei reduci incartapecoriti di Beautiful o di Dallas.

Certo, capita anche, come è capitato a me meno fortunato, di incappare in un Mal crudamente invecchiato, sotto le mura di un castello medievale d'un paesello della bassa Sabina, che cantava "i tuoi occhi sono fari abbaglianti, e io ci sono davanti, yeaaah", di fronte a una platea di cinquanta villici con la birra e venti romani in trasferta - questi ultimi in divisa da vacanza, gli uomini in bermuda e Lacoste, le donne con golfino serale e capelli sciolti, con fiocco, che improvvisavano balletti come ai tempi del liceo - mentre le loro figlie quindicenni stavano probabilmente qua e là per i campi o nelle macchine parcheggiate a farsi sdrumare a regola d'arte dai ragazzotti indigeni.
Like a Star @ heaven

_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Ven 21 Ago - 11:19

Devo confessarlo, io mi aspettato un cantante pari a quello che ti ha "deliziato" (la schiera, per me, arriva a contemplare anche l'Adriano nazionale) e mi sono trovato un Autore-cantante, attento ai temi sociali e quasi partigiano.  
Battiato ha dedicato una canzone anche ad Angelina Romano, una bimba di 9 anni fucilata il 3 gennaio 1862 dai piemontesi con l’accusa di “brigantaggio” (ma, pare che alcuni documenti riportino anche un bambino di 8 anni fra i morti uccisi dalle truppe savoiarde  http://palermo.meridionews.it/articolo/23268/angelina-romano-la-bimba-fucilata-quel-3-gennaio-del-1862/  ). ‘Mmazza la forza del sabaudo e del generalissimo Cialdini, duca di Gaeta (per aver bombardato uomini morti in quella città) che preferiva non capire quando le cose si mettevano male (Custoza 1866).
A dire che, nella penisola conquistata, molte vie, piazze e corsi sono intitolate agli esimi conquistatori e persecutori di innocenti e c’è un paese (Salvia di Lucania) che è costretta a portare il nome di Savoia di Lucania per non subire le ritorsioni dopo l’attentato ad Umberto I nel 1878 a Napoli da Giovanni Passannanti, nativo di quel luogo.

La questione meridionale, invece, di risolversi è diventata … una questione nazionale (ma, forse, è sempre stata una questione di qualche regno alpino-sardo). Il pragmatismo del “accontentiamoci di quel che offre il convento; questo è il meglio della piazza altrimenti si ritorna all’antico; ma chi te lo fa fare; fatti i c..zi tuoi” arricchisce ed inorgoglisce chi si schiera con il potere impoverendo sempre più i cittadini … i quali, oltre a stringere la cinghia, s’ingegneranno a fare qualcosa per (alla fine) sostenere  i privilegi della classe egemone e lo sperpero del denaro pubblico in migliaia di tasche applaudenti! 
I borboni (ed altri) hanno cominciato, i sabaudi l’hanno continuato e tutti quelli che si sono susseguiti (fino a FI.2 e PD) continuano ad applicare … nonostante quel che predicano.

La modernità in Italia la si vede solo in televisione o la si ascolta dalla voce dei nuovi emigrati o di quelli di 1, 2, 3, 4 generazioni! Hai detto bene Rom: il futuro ha veramente un cuore antico!
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Ven 21 Ago - 23:07


_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Sab 22 Ago - 5:15


_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Sab 22 Ago - 6:47

Grazie, Rom.
Più si parla di come il sabaudo ha conquistato e depredato il Meridione d'Italia più nasce qualche speranza di democrazia.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Lun 8 Feb - 11:10

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/02/05/migranti-e-briganti-il-viaggio-di-eugenio-bennato/2437295/

Sperimentatore di contaminazioni musicali, Eugenio Bennato tira le somme di una lunga carriera artistica con Canzoni di contrabbando, antologia che raccoglie 13 brani che meglio descrivono il percorso creativo del musicista napoletano. “Il titolo è legato alla modalità in cui viene diffuso il disco – racconta Bennato – che è fuori da ogni logica commerciale. Le mie canzoni, del resto, hanno avuto sempre percorsi alternativi. Alcune hanno avuto il privilegio di essere arrivate al grande pubblico e di rimanere nell’immaginario collettivo, come Brigante se more”. L’intento è far riscoprire, attraverso le sue canzoni, il Sud e il suo lato propositivo: “Con la crisi dei valori occidentali – prosegue – la cultura del Sud può essere un valore aggiunto, offrendo valori diversi. Come quello della lentezza che si contrappone alla velocità digitale, l’amicizia, contro la razionalità della società odierna e in ultimo il concetto di integrazione, espresso nell’unico brano inedito del disco, Mon père et ma mère: “Racconta il mio incontro con un giovane migrante che attraversa gran parte dell’Africa per poi fermarsi di fronte al Mediterraneo, perché è lì che c’è la difficoltà maggiore, è lì che si interrompe il viaggio e inizia l’incertezza”. Nel video del brano duetta con la figlia Eugenia: “Lei vive a Tangeri ed molto sensibile a queste tematiche. Ha scritto un rap in francese in cui esprime un concetto importante: ‘Insieme, nello stesso cammino, musulmani e cristiani’”.

Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Lun 8 Feb - 15:22

Iafran.

Ti chiedo una spiegazione, ci parli sempre delle notti bianche a Trebisacce, dunque, d'estate, la', coloro che tornano da Roma fanno festa e sagre, certo è estate e si divertono, c'è il mare, ma pare che le sagre ci siano tutto l'anno, ma la' vicino non ci sono altri paesei?Roseto Capo Spulico, Amendolara, etc le sagre le fanno solo a Trebisacce? E ora è freddo, Natale è finito, che sagre ci sono? Ah, quelle di Carnevale, giusto , il 10 inizia la quaresima, no, perchè ci parli solo delle sagre di Trebisacce, e di tuttele bancarelle nel suo corso principale? Si vede che è il paese piu' grosso.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Lun 8 Feb - 16:02

Micol ha scritto:
Ti chiedo una spiegazione, ci parli sempre delle notti bianche a Trebisacce, dunque, d'estate, la', coloro che tornano da Roma fanno festa e sagre, certo è estate e si divertono, c'è il mare, ma pare che le sagre ci siano tutto l'anno, ma la' vicino non ci sono altri paesei?Roseto Capo Spulico, Amendolara, etc le sagre le fanno solo a Trebisacce? 

Per essere sincero le notti bianche si organizzano anche nei paesi interni, più interni sono i paesi più le feste sono genuine; d’estate mi trovo sulle spiagge e frequento (per un po’) qualcuna di quelle che ivi si organizzano. 
Trebisacce, da qualche lustro a questa parte, è meno frequentata dai turisti e la popolazione locale non vuole essere da meno in quanto ad attrazioni musicali. Tempo addietro c’era Gianna Nannini in concerto ... a me sono bastate 2 – 3 canzoni per abbandonare la piazza. Questa estate, ai piedi del Castello di Roseto Capo Spulico, sulla spiaggia ciottolosa, si è esibita Giusy Ferreri, ma io ho preferito assaporare un bel gelato allo yogurt sul lungomare. 
Stasera sarò ad Amendolara, in un agriturismo con amici. In questo stesso paese, ad aprile, per la festività di San Vincenzo Ferreri si fanno dei falò (circa 15), che vengono accesi via via che la banda musicale vi si ferma ed intoni qualche canzone. I giovani aspettano le ore piccole per fare accendere quelli del centro storico, per spingersi e incontrare le coetanee …  nelle viuzze strette. devil

PS - Da circa 3 settimane ho deciso di non eccedere nei pasti per arrivare a 75 chili; ho perso già 1,3 Kg dagli 81,8 di partenza.
Tornare in alto Andare in basso
cardif




MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Lun 8 Feb - 17:28

Trebisacce ....
Sono stato portato in caserma per il furto di due grappoli d'uva ....  angry 

(chissà se vale per allungare la vita scratch )

cardif
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Mar 9 Feb - 22:34

cardif ha scritto:
Trebisacce ....
Sono stato portato in caserma per il furto di due grappoli d'uva ....  angry 

Se fossi stato nelle campagne collinari di Acri (Cosenza) non avrebbero fatto intervenire i Carabinieri per due grappoli d'uva, ti avrebbero solo chiesto chi fossi.
Nella caserma di Trebisacce, devi aver conosciuto un graduato dei Carabinieri che, a guardia dell'area pedonale 10-15 anni fa, si è spostato, su mia richiesta, per farmi parcheggiare a circa 20 metri di distanza e poi ... mi ha multato, perché ero transitato nell'area pedonale.
Sono cose che capitano. Ho conosciuto un altro graduato ad Acri che è un vero signore, poi ancora un secondo; ad un terzo, però, gli ho scritto di aver ecceduto nel suo compito.
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Mer 10 Feb - 2:35

Cardif.

E perchè hai rubato? Hai visto cosa accadde a Jean Valjean?
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Mer 10 Feb - 9:00

Micol ha scritto:
Cardif.
E perchè hai rubato? Hai visto cosa accadde a Jean Valjean?

Cardif ha delle crisi mistiche, ogni tanto si crede un prete: mette le mani addosso alla prima donna che gli capita (la carne è debole), acchiappa polli e prodotti dell'orto (la decima del convento), non paga la consumazione al bar (anche i cornetti sono un dono di dio).

_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Mer 10 Feb - 10:01

Rom ha scritto:
Cardif ha delle crisi mistiche, ogni tanto si crede un prete: mette le mani addosso alla prima donna che gli capita (la carne è debole), acchiappa polli e prodotti dell'orto (la decima del convento), non paga la consumazione al bar (anche i cornetti sono un dono di dio).

devil In altre parole, cardif non si fa i cavoli suoi, pretende di aver sempre ragione (anche quando va dal medico), che tutto gli sia consentito e vuole sperimentare quanto lardo può mangiare prima di lasciarci lo zampinocorre
Tornare in alto Andare in basso
cardif




MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Mer 10 Feb - 13:10

sghignazza sghignazza sghignazza 
---------------------

 Forse è meglio se la racconto tutta e la racconto giusta

'O fatt è chist, statem a senti'.

Tornavamo ormai al buio sulla 106 ionica da una giornata trascorsa a Taranto. Sotto Trebisacce i vigneti arrivavano alla banchina stradale. Nessuna recinzione.
L'amico dice che il padre, ogni volta, si ferma a riempire una cassetta d'uva e insiste per fermarsi.
"E va bene: fermiamoci". Accosto e, alla luce degli anabaglianti, prendiamo due grappoli d'uva e assaggiamo qualche acino, ancora acerbo.
Si ferma una macchina, scende uno, si dichiara figlio del proprietario e comincia ad inveire: "State tagliando il tendone ... e qua e là ... un danno enorme ... e questo e quello ..."
Prima gli chedo quanto vuole per finirla là, poi mi viene il sospetto che ci voglia marciare con un tentativo di estorsione. "Andiamo dai carabinieri e vediamo chi sei veramente"
Mi aspettavo una marcia indietro, invece lui accetta. Così lui davanti e noi dientro a seguirlo, senza andarcene via, come pure avremmo potuto.
Il maresciallo sente lui e poi noi. Faccio notare che era da appurare se si fosse trattato di furto, perché i frutti che pendono su suolo esterno alla proprietà sono di chi li raccoglie, e là il confine non era certo. Ma il maresciallo dice che il tipo è deciso a sporgere denuncia e comincia a chiedere le generalità. Poi si rende conto della scemenza e dice di aspettare, che avrebbe chiamato il padre del tipo.
Dopo un'ora questo arriva, capisce e dice "date 10mila lire a mio figlio, giusto per non mortificarlo". Fatto. Vanno via.
Torno dal maresciallo a dire a dire che noi non avevamo coltelli, e che non c'era nessun 'tendone'. E lui spiega che s'intendeva il 'pergolato', che la valutazione da parte dei grossisti veniva fatta a occhio, in base alla grandezza e pienezza dei grappoli.
Noi avevamo preso, al buio, i grappoli più vicini alla strada, mica eravamo entrati nella vigna a scegliere i migliori. Quindi anche l'ipotesi del 'danno enorme' non reggeva.
E questo è quanto...
Mi sa che non vale come peccato ... disperato

cardif
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Mer 10 Feb - 14:41

cardif ha scritto:
Noi avevamo preso, al buio, i grappoli più vicini alla strada, mica eravamo entrati nella vigna a scegliere i migliori. Quindi anche l'ipotesi del 'danno enorme' non reggeva.
E questo è quanto...
Mi sa che non vale come peccato ... disperato

  natura  Non illuderti, a mio parere, il peccato c'è ... ma non per te, bensì per il trebisaccese (o l’albidonese, visto che quelli di Albidona hanno invaso tutto il territorio di Trebisacce) che avrà allungata la vita di 10 mesi (per le 10.000 lire scroccate); quella del padre del tuo amico, invece, sarà allungata di tanti anni quanto sono state le cassette raccolte, mentre quella del tuo amico sarà allungata più delle altre per il consiglio fraudolento che ti ha dato, per le ore all'addiaccio provocate al figlio del proprietario (in tutti questi anni) e per il servizio straordinario, per giunta in orario di cena, dato ai carabinieri.   contratto   diable
Tornare in alto Andare in basso
iafran




MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Mar 5 Lug - 21:21

Colori, immagini, musiche e danze del Salento per risvegliare energie.


Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica    Oggi a 1:02

Tornare in alto Andare in basso
 
Sud Sud Sud ... nella vita e nella musica
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Meglio di mille bibbie e vangeli.
» Non siamo tutti uguali
» pregi della coppia : )
» Gli amici sono i fratelli che ti scegli,
» Ipertensione in gravidanza

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ES - Circolare Rossa :: Via Induno :: Cuori in poltrona-
Andare verso: