Salve Ospite. Ti trovi nel forum ES - Circolare Rossa. Buona navigazione.
 
PortalePortale  IndiceIndice  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Diamanti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Diamanti   Gio 9 Lug - 10:22

Prologo dell'Agamennone di Eschilo.

Qui parla il guardiano , messo come vedetta sulla reggia degli Atridi:

PROLOGO:

Agli dei chiedo la liberazione da questa fatica; la fine chiedo di questa vigilia che da un anno dura. Qui, sul tetto degli Atridi, accovacciato per terra e con la testa sollevata tra i gomiti a guisa di cane, ho imparato a conoscere le adunate notturne degli astri che brillano padroni luminosi del cielo, e quelli che portano l'inverno e quelli che portano l'estate, e quando nascono e quando tramontano.

Il guardiano aspetta il segnale della fiaccola, una serie di segnali luminosi che si rincorrono sulle cime dei monti per dare annuncio del ritorno di Agamennone, e finalmente appare una fiamma sul monte Aracneo, e poi altri segnali luminosi giungono, la citta' di Ilio è caduta, si puo' avvertire Clitemestra.

Clitemestra non è Lady Macbeth ma neanche Medea, redenta da Euripide stesso, la quale fugge col carro alato verso il Sole. E' una delle piu' grandi eroine della letteratura mondiale, è la figura piu' complessa di tutta la tragedia greca, e non ha colpa dell'uccisione di Agamennone perchè vuole solo vendicare il crudele sacrificio di sua figlia Ifigenia.
Morirà per mano di Oreste e a lei Tacito si ispirerà quando narra l'uccisione di Agrippina accoltellata da Aniceto, liberto di Nerone.


Ultima modifica di tessa il Ven 10 Lug - 0:00, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 9 Lug - 21:29

Il titolo che corona il testo appare quanto mai appropriato.
La breve citazione di Eschilo è infatto piena di luci, di lampi, a cominciare dalla splendida "adunata notturna degli astri che brillano padroni luminosi", e poi la fiaccola, e la fiamma sulla montagna e i segnali luminosi che s'immaginano ricorrersi di vetta in vetta per annunciare la caduta di Ilio.
Un diamante di parole in una notte blu, che sembra coprire tutto il mediterraneo con le sue sfaccettature, di esutanza e di premonizione della tragedia.
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Sab 11 Lug - 3:05

Rom, le segnalazioni luminose di vetta in vetta erano in uso nell'antichita', e questo guardiano notturno attendeva la fiaccola da un anno. La luce si accese da Troia e, di vetta in vetta, giunse a Micene. Non  era personale non addestrato che doveva accendere queste fiaccole, ma erano strutture specializzate nel trasmettere le notizie tramite segnali luminosi.
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Sab 11 Lug - 23:50

Shakespeare.

                    Sonetto n.43


   Quanto piu' chiudo gli occhi tanto meglio vedo:
per tutto il giorno essi cose usuali mirano,
ma quando dormo, nel sogno ti contemplano
e, luci nelle tenebre, la tenebra con la luce squarciano. 

   E tu, la cui ombra rende luminose le ombre,
quale felice spettacolo faresti con la tua persona
nel chiaro giorno con piu' chiara luce,
se anche ai ciechi la tua ombra splende!

   Come sarebbero, io penso, beati gli occhi miei
nel contemplarti alla luce viva del sole,
se già nel cuore della notte la tua vaga ombra
mi si imprime negli occhi spenti durante il sonno!

   Tutti i giorni sono oscure notti finchè non ti rivedrò,
e le notti luminosi giorni quando tu mi appari in sogno.
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Mer 15 Lug - 0:32

Tenco :Se stasera sono qui.


Se stasera sono qui
è perchè ti voglio bene
è perchè tu hai bisogno di me
anche se non lo sai.

Se stasera sono qui
è perchè so perdonare
e non voglio gettar via così
il mio amore per te.

Se stasera sono qui
è perchè ti voglio amare
è perchè ho bisogno di te
anche se tu non lo sai.
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Mer 15 Lug - 13:45

All'unico e vero amore della mia vita.

Shakespeare, Sonetto n. 57


   Essendo tua schiava, che altro posso fare
se non attendere per ore ai desideri tuoi?
Non ha per me valore il tempo, nè incarichi
ho da assolvere, finchè tu non mi comandi.
   Nè oso sgridare gli interminabili istanti
mentre, mio sovrano, guardo l'ora in tua attesa;
nè penso all'amarezza del tuo distacco,
quando tu alla tua serva hai detto addio.
   E neppure oso chiedere ai miei pensieri gelosi
dove tu sia o cosa tu stai facendo:
ma, come schiava rattristata, non penso ad altro
se non quanto felici fai coloro con cui ti trovi.
   L'amore è tale sciocco che, dei tuoi capricci,
qualsiasi cosa tu faccia, egli non pensa male.
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Mer 15 Lug - 17:01

Sembra un appello, un messaggio nella bottiglia, sperando che il marinaio lontano oggetto d'amore lo raccolga.
Bello il sonetto. Marinaretto immagino contento, se trova bottiglia - improbabili marinaretti iscritti ES, ma non si sa mai - Iafran mica lo so, E pure Cardif al massimo una remata di sandalino, Flavio figurati, Rada dovrebbe tirarsi su i pantaloni del doppiopetto prima di scendere in acqua a pescare botiglie, Einrix, se avvista una bottiglia galleggiante gli mette in acqua, contro, una flotta di damigiane con dentro i Principia Mathematica di Bertrand Russel.
Mo' vado a vede' se nella lista c'è qualche iscritto papapile da avvertire via email. balla

_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Mer 15 Lug - 18:41

Rom ha scritto:
Sembra un appello, un messaggio nella bottiglia, sperando che il marinaio lontano oggetto d'amore lo raccolga.
Bello il sonetto. (...) Mo' vado a vede' se nella lista c'è qualche iscritto papapile da avvertire via email. balla

Il sonetto lo trovo dolcissimo in tutti i suoi versi. Questi: 
       “E neppure  oso chiedere ai miei pensieri gelosi
        dove tu sia o cosa tu stai facendo 
        ...    
        L'amore è tale folle che, dei tuoi capricci,
        qualsiasi cosa tu faccia, egli non pensa male”
me li immagino sulle labbra di Briseide per l’imbronciato Achille, suo eroe e sovrano.  
Per avere conferma della mia intuizione ho cercato sulla rete ... inutilmente. Ho solo appurato che lo stesso messaggio era stato affidato, il 6 di novembre 2014, alle ore 11:49, ad un'altra “bottiglia per marinai” (Area Forum) da una omonima. 
Se lo si propone anche qui, vuol dire che l’avatar (una donna in azzurro molto dimessa) non rendeva bene l’idea de “el fuego que quema el corazón y el cuerpo” (lo spagnolo è più sanguigno ed è azzeccato al caso). 
Adesso ... il gatto nero, pronto a graffiare ... dovrebbe sortire lo stesso effetto (cioè: nisba!!), a meno che non si trasformi in una sirenetta e cerchi Ogigia per consolare l'ultimissimo suo rifugiato dalle sponde greche (il suo/loro "bel" Varoufakis).
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Mer 15 Lug - 20:10

Iafran, stai dicendo che in AF c'eri anche tu?
Io faccio una gran confusione, con tutti questi forum che si sono intrecciati.
Ti associavo (come Cardif e Flavio) solo a perlulivo, molto più antico.
Interesante la tua ricerca.
Ma io so ... il capo sa Rolling Eyes
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Mer 15 Lug - 21:28

Rom ha scritto:
Iafran, stai dicendo che in AF c'eri anche tu?
... Ti associavo (come Cardif e Flavio) solo a perlulivo, molto più antico.
Interesante la tua ricerca.
Ma io so ... il capo sa Rolling Eyes

Ho incominciato con "perlulivo", poi nel "Forum per un Congresso della sinistra" e, dulcis in fundo, sto continuando qui. 
L'Area Forum è saltata fuori perché volevo ricercare, tramite Google, ulteriori notizie sul sonetto 57 di Shakespeare.
È vero: tu sai ... tante cose e (pre)vedi altre che sfuggono ai più. Il luccichio adamantino, infatti, non l'avrei visto se i tuoi occhi non lo avessero saputo riflettere ...
Che vuoi fare, io porto gli occhiali!
Avevi ragione a dare importanza agli avatar: "la donna in azzurro molto dimessa" di prima ed "il gatto nero, pronto a graffiare" di ora non sono tanto azzeccati a Tessa, o (incredibile a credersi) ... lo sarebbero?
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Mer 15 Lug - 22:08

Io so, tante cose.
Pensa: uno cerca Shakespeare e viene traghettato in un forum di 3 gatti e mezzo.
Quel Area Forum che hai visto ha una storia, ossia nasce da una scissione, che ha prodotto due forum con un nome quasi identico (l'altro era mio e di Uno che passa, che infati ha curato il gemellaggio che vedi inell'ndice, o nel portale). Scissione che a sua volta è il prodotto di un forum creato dai fuoriusciti da altro forum (Spazioforum), antico e glorioso, giunto a inaspettata fine.

Tessa è un castoro operoso, che ha cercato di essere presente ovunque, e ovunque portando la sua poliedrica vivacità - e purtroppo anche qualche bagaglio di troppo, ma succede quando si ha cuore e valigia troppo grandi.
Non trovi azzeccati gli avatar? L'ho definita poliedrica, e forse tu aggiungeresti qualcosa se l'avessi seguita in tutta la sua carriera forumistica - comunque anche qui una sintesi efficace ce l'hai.
Però non è stato gentile da parte tua svelare un passato, il passato di una donna perplesso

_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Mer 15 Lug - 23:58

Rom ha scritto:
Tessa è un castoro operoso, che ha cercato di essere presente ovunque, e ovunque portando la sua poliedrica vivacità - e purtroppo anche qualche bagaglio di troppo, ma succede quando si ha cuore e valigia troppo grandi.
Non trovi azzeccati gli avatar? L'ho definita poliedrica, e forse tu aggiungeresti qualcosa se l'avessi seguita in tutta la sua carriera forumistica - comunque anche qui una sintesi efficace ce l'hai.
Però non è stato gentile da parte tua svelare un passato, il passato di una donna perplesso

Chiunque l’avrebbe potuto fare … uno che passa (senza alludere al tuo amico forumista di tante iniziative) se vuole farsi seguire basta che lasci tracce visibili sul suo percorso, non ti pare? Se no a che pro la ricerca di nuove e più accattivanti essenze odorose.   doh
E ciascuno di noi lascia tracce indelebili, o almeno coltiverebbe in cuor suo tali intenzioni!
“Parlate pure male di me, purché ne parliate” pare che sia molto di moda … dove meno immaginiamo, anche se le tracce più profonde sono quelle che hanno più corpo e che fanno la storia.  
Io non penso di aver fatto torto a qualcuno … al limite, ho messo alla prova, inconsapevolmente,  la "poliedrica vivacità" che tanto si stima e si esalta.
Poi, mi sono fermato a quell’unica pagina riportata da Google, non ho curiosato e non ho neppure svelato qualche azione "sorcifera".  
Ripeto, volevo la prova che quei versi avessero a che fare con la figura di Briseide.
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 16 Lug - 2:21

Attenzione, Iaf, al canto delle sirene, ai fuochi accesi sulla cima dei monti.
Il capo ha fatto viaggi iniziatici, e torna al campo raccontando di draghi e di briganti, streghe, fate e sortilegi, nulla è quello che sembra, tutto è come appare.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 16 Lug - 9:04

Rom ha scritto:
Attenzione, Iaf, al canto delle sirene, ai fuochi accesi sulla cima dei monti.
Il capo ha fatto viaggi iniziatici, e torna al campo raccontando di draghi e di briganti, streghe, fate e sortilegi, nulla è quello che sembra, tutto è come appare.

Convengo: "nulla è quello che sembra, tutto è come appare" o come viene descritto ... anche se poco si può fare per non percepire  il profumo che, artatamente, si vuole lasciare sul percorso ...
Ma voglio ritornare a Shakespeare.
Il Sonetto 57 ci mostra, delicatamente, un mondo umano di passioni, un mondo raro (per quanto si constata): una persona riesce ad andare oltre il visibile o non si cura della supposta realtà temuta solo per il forte desiderio (senz'altro, velato) di quel che vorrebbe che accadesse o che fosse.
Un sentimento non usuale, che meraviglia, come se l’animo umano, se non corrisposto o tradito nelle sue attese più recondite, dovesse avere, quale comportamento d'obbligo, solo reazioni impulsive e distruttive.
Il "porgere l'altra guancia", forse, invita a rinnovare la propria disponibilità e, nel contempo, a stimolare la parte migliore dell’uomo.

A proposito di gatti e del forum di "3 gatti e mezzo" ... a chi mancherebbe il 50% del suo corpo per completare l'opera omnia e giocare a tressette? 

I fuochi accesi nell'antichità sui monti mi interessano molto perché hanno lasciato tracce (rocce fuse) sui posti, soprattutto nei territori che hanno risentito della cultura celtica (Gran Bretagna, Francia, Trentino, etc.). Io ne avrei trovate anche dalle mie parti.
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 16 Lug - 12:26

iafran ha scritto:

A proposito di gatti e del forum di "3 gatti e mezzo" ... a chi mancherebbe il 50% del suo corpo per completare l'opera omnia e giocare a tressette? 


Di mezzi giocatori i forum sono pieni: mezzi per la quantità del loro corpo virtuale che concedono al forum, o mezzi per qualità - e qui non indaghiamo ultrioremente per carità umana.
Il guaio è che i mezzi-per-qualità sono talvolta operosi come api (diverse dai castori, come tutti ben capiscono - nda) e sono anche capaci, anzi sono prontissimi, a protestare che tutti ce l'hanno con loro, non rendendosi conto di quanto siano inquinanti.
Qui in ES siamo immuni da questa seconda e nefasta tipolologia: ne abbiamo avuto solo comparse fuggevoli.
E' lecito ritenere che la nostra Tessa non avesse niuno di costoro come destinatario della bottigliata, conoscendo il di lei schizzinosissimo carattere forumistico.
Però, da bagnino quale sono di questo stabilimento ES, noto che dopo il lancio, Tessa è scomparsa: che sia affogata sul bagnasciuga?
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 16 Lug - 13:19

Caro Iafran,
il commento di un Sonetto è sempre difficile. Shakespeare scrisse 154 Sonetti.
Per commentarne uno bisogna conoscere qualcosa sulla vita del Poeta, sull'Antologia Palatina, su Ovidio, su Platone, sul neoplatonismo, su Petrarca, certo il web aiuta , si digita I Sonetti di Shakespeare e si studia, supposto che tu non abbia in casa il libro con questi celeberrimi Sonetti.
Mi è sembrato strano che tu sia andato a digitare Sonetto n.57, come se tu, con la tua intelligenza, non potessi offrirci un commento da par tuo.Altrimenti uno si astiene e non commenta nulla.
Mi dirai , ma come anche in Areaforum avevi proposto il Sonetto n.57? Ne sono 154. Sì, ma i bellissimi sono 2-3.
Se , ad es, dovessi parlare del Canto di Leopardi che mi ha piu' colpito, sceglierei sempre "L'ultimo canto di Saffo".
Va bene, a presto.
Grazie.

P.S. La scialba donna in azzurro -che tu hai descritto quasi come "d'un azzurro di stoviglia", non è una donna crepuscolare  ma appartiene alla lussureggiante Olanda del XVII sec, essendo un quadro famosissmo di Vermeer, "Donna in azzurro che legge una lettera" esposto al Rijksmuseum Amsterdam.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 16 Lug - 16:50

tessa ha scritto:
Caro Iafran,
il commento di un Sonetto è sempre difficile. Shakespeare scrisse 154 Sonetti.
Per commentarne uno bisogna conoscere qualcosa sulla vita del Poeta, sull'Antologia Palatina, su Ovidio, su Platone, sul neoplatonismo, su Petrarca, certo il web aiuta , ... Mi è sembrato strano che tu sia andato a digitare Sonetto n.57, come se tu, con la tua intelligenza, non potessi offrirci un commento da par tuo.Altrimenti uno si astiene e non commenta nulla.

Io mi sono sempre cimentato su percorsi inusuali (mi arrampico, spesso, anche su superfici particolarmente difficili, abbandonate da altri) e per riuscirci non posso fare a meno delle capacità, conoscenze ed esperienze maturate finora, senza tenere a freno la mia fantasia (e qui, penso che non ci sia Autore classico o moderno ad indicare il metodo, nonostante la lettura delle sue opere). 
L’esplorazione di nuove percorsi e di terre sconosciute se non ci fosse stata l’intraprendenza, il fascino dell’ignoto e la consapevolezza delle proprie capacità (anche la valutazione dei propri limiti) non sarebbe mai avvenuta da parte degli uomini ... dopo si possono pure rimproverare gli scopritori di qualche errore di troppo. Ma sono sempre i meno temerari ad esporsi dopo; sono quelli che arrivano secondi, gli stessi che si dimostrano pronti a raccogliere onori immeritati.
I commenti a cose che reputo interessanti li faccio in relazione alle mie capacità e, parimenti, sono sempre pronto ad arricchirmi di nuove opinioni. 
Un sonetto, o altro, postato da chiunque, non penso che sia una faccenda privata per pochi. Poi, ho apprezzato quei versi per il loro contenuto, indipendentemente da chi li aveva scritti o da chi li aveva proposti. Mi hanno fatto pensare e spingermi, perfino, a meglio interpretare  la celeberrima frase del “porgi l’altra guancia”.
A me è bastato sapere della figura di Briseide per incuriosirmi … come mi basta osservare ciò che succede attorno o anche un quadro (sono un patito della pittura) per riflettere oltre (o su) ciò che propone l’Autore. 
Sai in quante occasioni ho rimpianto di non avere una strada di conoscenze già fatta per guardare il mondo? Ho scelto una professione, invece, che gli altri ti possono aiutare fino ad un certo punto, poi devi fare la tua sintesi e rischiare per quel che proponi. 
I post si dovrebbero, comunque, leggere integralmente.
 
La donna del quadro di Vermeer sarà “donna in azzurro che legge una lettera”, ma penso che pochissimi non noteranno un atteggiamento dimesso e ci vedranno quello che piace di più (viva attesa per l’amato, soddisfazione coniugale, etc. ). Pure il “gatto nero pronto a graffiare” è quello che vedono tutti, pur riconoscendo l’Autore del quadro. Anche qui, la fantasia di chiunque rimane condizionata dal particolare messo in evidenza.
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 16 Lug - 18:42

Tessa ha ragione, il commento di un sonetto non è esattamente facile, se ha come scopo spiegare al pubblico ciò che il pubblico non sa, o non riesce a interpreatare dell'opera. Ma ha ragione anche l'amico Iaf, il quale ripropone l'antica e vexata "teoria del frammento" che ebbe massimo fulgore quando si affermò il romanticismo: chiunque può trovare un brano d'opera, d'autore sconosciuto, e dal solo testo trarre pensieri, secondo la propria fantasia, o secondo lo stato d'animo del momento.
In realtà, questi due estremi mostrano tutto lo spessore sfaccettato della letteratura e della poesia, che è allo stesso tempo accademica e popolare, erudizione e spontaneità, materia di studio e fonte di emozioni: si fanno tesi di laurea sulle commedie di Eduardo o su Moliere, ma si fanno altrettanto risate e pianti nelle plateee dei teatri, si riconosce la propria madre o il proprio capufficio in certi personaggi.
Poi, sì, certo la differenza la fa la qualità, la voglia, la bravura, lo spessore dell'anima e della mente di chi fa la tesi di laurea o la dissertazione accademica, o di chi piange o ride in platea.
Tessa ci può dire - visto che ha proposto questi sonetti in altre sedi - quali sono stati i commenti intelligenti, o profondi, e magari citarli qui, come esempio.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 16 Lug - 20:19

Rom ha scritto:
Tessa ha ragione, il commento di un sonetto non è esattamente facile, se ha come scopo spiegare al pubblico ciò che il pubblico non sa, o non riesce a interpreatare dell'opera. 

Si, Tessa avrebbe tutta la ragione del mondo se io avessi voluto imporre il mio pensiero agli altri, che avrei trattati da scolaretti (magari apostrofandoli come incapaci e valutandoli "due, uno, zero" nello studio del componimento poetico).
Io ho solo descritto quello che i versi mi facevano percepire, o devo scusarmi con una presunta professoressa per il mio ardire? Si è sovvertito il mondo, per caso?
Pensavo che facesse piacere essere letto e posto alla base di una discussione franca e serena (normale per me).
Mi sembra che siano proprio i saggi a pensare che l'ignoranza non abbia limiti (mi scuso se ignoro chi abbia proferito liberamente una tale espressione).
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 16 Lug - 21:04

Iaf, non devi prendere troppo sul serio questo gioco di fioretto.
Sono sicuro che Tessa si saprà far perdonare, mostrandoti con cordialità cosa intendeva per commento adeguato, che certamente ha conosciuto e che l'ha incoraggiata a riproporre questo sonetto (molto bello) e altri del medesimo livello. Francamente anche io sono curioso.
Qui, l'unico che deve prendere sul serio l'argomento è il destinatario della dedica, direi. Rolling Eyes

_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 16 Lug - 21:20

Rom ha scritto:
Qui, l'unico che deve prendere sul serio l'argomento è il destinatario della dedica, direi. Rolling Eyes

E già, non c'avevo proprio pensato capocc

Però, anche tu ... specchi 

Son simpatici questi "cosi" per ridere un po'.  
Il riso dovrebbe essere contagioso ... speriamo, altrimenti chiamo in aiuto qualche santo.
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 16 Lug - 22:12

Eh, Iaf, su quale specchio mi sono arrampicato?
Cosa stai cercando di dirmi?
Il mistero s'infittisce ... Suspect
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 16 Lug - 23:30

Rom ha scritto:
Eh, Iaf, su quale specchio mi sono arrampicato?
Cosa stai cercando di dirmi?
Il mistero s'infittisce ... Suspect

Dovrei fare, adesso, il "professore" ... per giunta a te? 
Ci riuscirei, alla bell’e meglio, se tu lo permettessi. Ma se lo permetti è inutile farlo (senza alcun risultato, poi). 
Tu, da vecchia volpe (non so se anche istrice, ma senz’altro poliedrico mattatore)  lo sai bene e ... fai bene a fare quel che fai: hai tutta la mia approvazione e stima. Poi, io ho confessato che mi sono arrampicato, a volte, su superfici difficili, scivolose, tu, invece ci vai a nozze con queste … gli altri le devono solo supporre. Ho voluto fare l’enigmatico, per scrivere qualcosa ... e fare un'altra arrampicata sugli specchi.

(Non dimenticare che Gennarino e Pasquale vanno a scuola ed hanno a che fare con vari insegnanti ... regolali, tu che puoi. devil )


Ultima modifica di iafran il Gio 16 Lug - 23:41, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 16 Lug - 23:40

Grazie dell'incenso bruciato sul'altare per me, e della (meritata) stima: ma il mio gioco è facile, più di quanto il passante ignaro immagini.
devil  Gioco facile e perverso timido

_________________
Storia diversa per gente normale, storia comune per gente speciale
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Gio 16 Lug - 23:48

Gennarino e Pasquale si stanno regolando da soli, in fin dei conti sono ... uomini di piazza! Non farebbero un torto a nessuno, poi per un amico si cucirebbero le labbra.  devil
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Diamanti   Oggi a 0:56

Tornare in alto Andare in basso
 
Diamanti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Lobby ebrea
» Il diamante brucia?
» si puo rompere un diamante?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ES - Circolare Rossa :: Via Induno :: Cuori in poltrona-
Andare verso: