Salve Ospite. Ti trovi nel forum ES - Circolare Rossa. Buona navigazione.
 
PortalePortale  IndiceIndice  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 M'apresento

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: M'apresento   Sab 18 Apr - 13:04

Ao', m'apresento. So' a Sora Lella. M'è capitato de passà de qquà, e cio' vvisto quer messaggio en finto romanesco, tutto pieno de sgramatichature che pareva scritto da una che manco cià la terza alimentare e scrive co n'ortoggrafia da narfabbeta... Mica come a me, che ciò er diploma de sciampista da a scola serale da Reggione Lazzio (a reggione, mica a squadra, li possino...) 

E mme so' ddetta: che solo quella llà po' parlà a sto forumme, che sse sa quante fregnacce sta a ddì?  Nzomma, allora puro io vorebbi dì la mia, che se parlo ciammazzamo da le risate...

Mo scusate, che ciò l'abbacchio ar forno, che se stà a brucià... Se sentimo.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 13:50

Sora Lella ha scritto:
Ao', m'apresento. So' a Sora Lella. M'è capitato de passà de qquà, e cio' vvisto quer messaggio en finto romanesco, tutto pieno de sgramatichature che pareva scritto da una che manco cià la terza alimentare e scrive co n'ortoggrafia da narfabbeta... Mica come a me, che ciò er diploma de sciampista da a scola serale da Reggione Lazzio (a reggione, mica a squadra, li possino...) 

E mme so' ddetta: che solo quella llà po' parlà a sto forumme, che sse sa quante fregnacce sta a ddì?  Nzomma, allora puro io vorebbi dì la mia, che se parlo ciammazzamo da le risate...

Mo scusate, che ciò l'abbacchio ar forno, che se stà a brucià... Se sentimo.

Bonavenuta, bonavenuta ziaré, bonavenuta cu' tutt’u core. Fatti sèntare ugne tante ... quannu vu tu (traduco, altrimenti non capisci quello che ho scritto: "Benvenuta, benvenuta zietta cara, benvenuta con tutto il cuore. Fatti sentire ogni tanto ... quando vuoi tu").  :D
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 14:02

Sora Lella ha scritto:
Ao', m'apresento. So' a Sora Lella. M'è capitato de passà de qquà, e cio' vvisto quer messaggio en finto romanesco, tutto pieno de sgramatichature che pareva scritto da una che manco cià la terza alimentare e scrive co n'ortoggrafia da narfabbeta... Mica come a me, che ciò er diploma de sciampista da a scola serale da Reggione Lazzio (a reggione, mica a squadra, li possino...) 

E mme so' ddetta: che solo quella llà po' parlà a sto forumme, che sse sa quante fregnacce sta a ddì?  Nzomma, allora puro io vorebbi dì la mia, che se parlo ciammazzamo da le risate...

Mo scusate, che ciò l'abbacchio ar forno, che se stà a brucià... Se Scusi 
Scusi Sora Lella, vuole essere più precisa ,perche nel mio computer non leggo nessun messaggio en finto romanesco,non vedo inoltre sgrammaticature,se per caso si riferisce al post della forumista Tessa sappi  che trattasi di  forumista  apprezzata e stimata da tutti per la qualità dei suoi post e per la varietà degli argomenti trattati.Mi  scuso con Tessa se ho preso le sue difese ma interventi a gamba tesa non sono permessi in un forum che sta muovendo i primi passi.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 14:14

Un caro saluto, Sora Lella! :D
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 14:27

Freg53 ha scritto:
Scusi Sora Lella, vuole essere più precisa ,perche nel mio computer non leggo nessun messaggio en finto romanesco,non vedo inoltre sgrammaticature,se per caso si riferisce al post della forumista Tessa sappi  che trattasi di  forumista  apprezzata e stimata da tutti per la qualità dei suoi post e per la varietà degli argomenti trattati.Mi  scuso con Tessa se ho preso le sue difese ma interventi a gamba tesa non sono permessi in un forum che sta muovendo i primi passi.
Aho? E che te penzi d'esse pe' potemme dì che NTERVENTI A GAMBA TESA NON ZONO PERMESSI? Ma dda chi? Che pe' caso sarebbi Baffone? De sgramatichature e ortoggrafie me pari propio sperto, comunque, te basta rileggete.
Ce fosse Sallustio, er Baffone mio, ce penzava lui a datte na regolata. Me vengono i lucciconi a penzà quanno anno' in pensione, faceva er capotreno de ferovie, je dettero er Bullone d'Oro perchè nun aveva mai derajato un treno in vita sua, un mito!
Che ve devo dì? Che me n'ho da ì, che se stanno a brucià i sarciccioni, ve saluto, abbellli!!!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 14:33

Sora Lella ha scritto:

Aho? E che te penzi d'esse pe' potemme dì che NTERVENTI A GAMBA TESA NON ZONO PERMESSI? Ma dda chi? Che pe' caso sarebbi Baffone? De sgramatichature e ortoggrafie me pari propio sperto, comunque, te basta rileggete.  
Ce fosse Sallustio, er Baffone mio, ce penzava lui a datte na regolata. Me vengono i lucciconi a penzà quanno anno' in pensione, faceva er capotreno de ferovie, je dettero er Bullone d'Oro perchè nun aveva mai derajato un treno  in vita sua, un mito!
Che ve devo dì? Che me n'ho da ì, che se stanno a brucià i sarciccioni, ve saluto, Va 
Va bene ,la prossima volta che vai al bagno buttati dentro , e tira l'acqua.
Tornare in alto Andare in basso
cardif




MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 14:52

Cara Sora Lella,
io non sono nessuno per dire qua e là, e questo e quello ...
Perciò dico solo che esprimi simpatia :lol: . Spero che continui così e che 'te fai sentì'
peciò ti do un benvenuto: è gratis  :cheers:

Ma sei veramente lei, la sora de Aldo? dai, non ci credo ...
cardif
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 15:36

iafran ha scritto:
Bonavenuta, bonavenuta ziaré, bonavenuta cu' tutt’u core. Fatti sèntare ugne tante ... quannu vu tu (traduco, altrimenti non capisci quello che ho scritto: "Benvenuta, benvenuta zietta cara, benvenuta con tutto il cuore. Fatti sentire ogni tanto ... quando vuoi tu").  :D
Grazzie, ma nun te preoccupà, cio' n'amica mia, Mariarosa detta Vinaville pe' vvia che s'attaccava a tutti li tramme che passaveno, ner senso de ommini, che cià na parlata come la tua. Se po' ddì che so' quasi porigrotta, a forza de ascortà tutti li dialetti burini de l'amiche mia der corso de sciampiste, ziaré.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 15:47

Afam ha scritto:
Un caro saluto, Sora Lella! :D
Grazzie puro a tte, se capisce subbito che sei puro tu da a Capitale der Monno. E da la voce me pari na regazzina. Me riccomanno, che ner bosco ce stanno li lupi...


Ultima modifica di Sora Lella il Sab 18 Apr - 15:57, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 15:52

cardif ha scritto:
Cara Sora Lella,
io non sono nessuno per dire qua e là, e questo e quello ...
Perciò dico solo che esprimi simpatia :lol: . Spero che continui così e che 'te fai sentì'
peciò ti do un benvenuto: è gratis  :cheers:

Ma sei veramente lei, la sora de Aldo? dai, non ci credo ...
cardif
Sora de chi? Da sti pizzi, grazie a Dio, sore e ffrati nun se ne vedono. Anzi, te canto puro na canzoncina che je piaceva ar Sallustio mio: "Se nun è oggi, sarà n''antr'anno, moniche e preti lavoreranno..."
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 16:37

cardif ha scritto:
Cara Sora Lella,
(...) Ma sei veramente lei, la sora de Aldo? dai, non ci credo ...

Ohè cardìfff, song’ Ginnare, ‘o netturbin ‘e Napule, ti ricuord è mme? Me song trasferito da r'autru forum, chell addove stia o saliernitanu. 
T’addico ca c’ha crede … è issa! 
Ca t’importa se iè issa o nu iè issa? .. Si ugn’iè issa iè na gimella o na vecina. Ma iè issa (comm se rice) “sott mentit spoglie”. 
Impurtant iè ca face sentì a vocè ro popolo, chello ca cchiu support a’ fatica e dà ra magna’ a’ sti piezze ... e ra novant. Te salut, 'o Gennarìnu vuosto. 

(Ciao, cardif, sono Gennarino, il netturbino di Napoli, ti ricordi di me? Mi son trasferito dall'altro forum, quello dove stava il salernitano. Ti dico che ci devi credere ... è lei! Che t'importa se è lei o non è lei? ... Se non è lei è una gemella o una vicina. Ma è lei (come si dice) "sotto mentite spoglie". Importante è che faccia sentire la voce del popolo, quello che più sopporta la fatica e che dà da mangiare a questi pezzi ... da novanta. Ti saluto, Gennarino vostro)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 16:58

iafran ha scritto:
Ohè cardìfff, song’ Ginnare, ‘o netturbin ‘e Napule, ti ricuord è mme? Me song trasferito da r'autru forum, chell addove stia o saliernitanu. 
T’addico ca c’ha crede … è issa! 
Ca t’importa se iè issa o nu iè issa? .. Si ugn’iè issa iè na gimella o na vecina. Ma iè issa (comm se rice) “sott mentit spoglie”. 
Impurtant iè ca face sentì a vocè ro popolo, chello ca cchiu support a’ fatica e dà ra magna’ a’ sti piezze ... e ra novant. Te salut, 'o Gennarìnu vuosto. 
Gennarino Esposito? 'O scupatore? E' o vero? Mannacciamuorte! Allora t'aggia a dedicà na strofa de nu compare mio:
'Nu rre,'nu maggistrato,'nu grand'ommo,
trasenno stu canciello ha fatt'o punto
c'ha perzo tutto,'a vita e pure 'o nomme:
tu nu t'hè fatto ancora chistu cunto?

Perciò,stamme a ssenti...nun fa''o restivo,
suppuorteme vicino-che te 'mporta?
Sti ppagliacciate 'e ffanno sulo 'e vive:
nuje simmo serie...appartenimmo à morte!
Tornare in alto Andare in basso
E.staff
Admin



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 17:19

Sora Lella ha scritto:
Ao', m'apresento. So' a Sora Lella. M'è capitato de passà de qquà, e cio' vvisto quer messaggio en finto romanesco, tutto pieno de sgramatichature che pareva scritto da una che manco cià la terza alimentare e scrive co n'ortoggrafia da narfabbeta... Mica come a me, che ciò er diploma de sciampista da a scola serale da Reggione Lazzio (a reggione, mica a squadra, li possino...) 

E mme so' ddetta: che solo quella llà po' parlà a sto forumme, che sse sa quante fregnacce sta a ddì?  Nzomma, allora puro io vorebbi dì la mia, che se parlo ciammazzamo da le risate...

Mo scusate, che ciò l'abbacchio ar forno, che se stà a brucià... Se sentimo.

Un abbraccio a sora Lella, benché "se fa prima a sartaje in testa che a giraje intorno".
Ma che lingua parli, sora Le'? Sembra una specie di romanesco parlato da un giapponese figlio di un americano di origine genovese, che ha studiato a Teramo e passa le vacanze a Tenerife.
Tornare in alto Andare in basso
http://es-forum.forumattivo.it
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 18:02

Abbello, parlo er dialetto che se parla a a Bufalotta, ch'è n croggiolo de lingue e de iddiomi de tutto er monno. Già ce l'ho scritto che so' porigrotta. E se capisce che tu stai artrove, da li pizzi mia nun se direbbe intorno ma 'ntorno, che è più coretto.
Comunque, grazzie de l'ospitalità, ma mo' devo ì, che devo cucinà i facioli co er grasso de maiale che ho comprato a la norcineria de Orazzio detto er Lumaca (lui crede perchè è fremmatico, lento inzomma, ma è pe' via de e corna).
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 18:16

Sora Lella ha scritto:
Abbello, parlo er dialetto che se parla a a Bufalotta, ch'è n croggiolo de lingue e de iddiomi de tutto er monno. Già ce l'ho scritto che so' porigrotta. E se capisce che tu stai artrove, da li pizzi mia nun se direbbe intorno ma 'ntorno, che è più coretto.
Comunque, grazzie de l'ospitalità, ma mo' devo ì, che devo cucinà i facioli co er grasso de maiale che ho comprato a la norcineria de Orazzio detto er Lumaca (lui crede perchè è fremmatico, lento inzomma, ma è pe' via de e corna).

Hai visto troppi film di Pasolini nei cineforum di Tokio: i personaggi di Pier Paolo sono romanacci di borgata, mentre i romani veri hanno filamenti di bon ton intessuti nella parlata, specialmnte quando si rivolgono a una Signora e pensano di fare i brillanti.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 18:29

Oltre alla giovane e trepida Tessa, vedo che ora abbiamo anche una vecchia ostessa dall’eloquio incomprensibile. Un romanesco così, neanche a Testaccio lo capirebbero.
Molto più plausibile il napoletano di Cardif ( o di Iafran?). Come Tessa, ho cominciato a confonderli.
Sarà che hanno uno stile ed idee molto simili.
A me è passata la voglia di parlare di politica, ma vedo che anche gli altri preferiscono giocare e, forse, è l’unico modo di sopravvivere allo sconforto della scena pubblica.
Come dice il mio compagno, da apolide, non riesco a simulare nessun dialetto, ma ho provato a farmi passare per un uomo in un altro forum. Vale?
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 18:49

Lonely ranger ha scritto:

Molto più plausibile il napoletano di Cardif ( o di Iafran?). Come Tessa, ho cominciato a confonderli.
Sarà che hanno uno stile ed idee molto simili.

Mo', mi sa che sei dispiaciuta a entrambi, che giustamnte tengono, ciascuno, al proprio stile e alle proprie idee.
A me invece piacerebbe che provassero a rendere in pagina le vocali (o le consonanti?) sfiatate del calabrese: vorrei proprio vedere come ci riescono.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 19:37

Pare che si sollevino dei dubbi sull'autenticità della Sora Lella. Come se tutti, dico TUTTI, qui dentro non fossimo dei fake, avendo assunto atteggiamenti e personalità che difficilmente coincidono con quelli della nostra vita quotidiana. Si fa poi questione sul suo romanesco, che di certo non è quello del Belli o di Trilussa, come il nostro italiano non è quello di Manzoni o di D'Annunzio ma nemmeno quello del coatto di periferia o del montanaro della bergamasca. Personalmente anch'io trovo sospetti certi idiotismi un po' forzati, ma mi pare ovvio che qui ci troviamo di fronte ad un personaggio teatrale, e non certo ad una signora del Tufello che si compiace di dialogare nel nostro forum.
Forse non è romana come pretende, dal momento che due romani autentici del forum ne negano la cittadinanza. Posso però assicurarvi, avendola già incontrata in un altro forum, che la signora è stata coautrice di pregevoli sonetti in romanesco assieme ad un romano sicuramente Doc, e che né il coautore né le centinaia di lettori romani hanno mai eccepito alcunchè sul suo eloquio.
Non sono romano, ma ho frequentato romani fin dalla nascita e li sento parlare tutti i giorni. Le loro espressioni mi paiono abbastanza compatibili con quelle della signora in questione, che forse peccherà piuttosto per eccesso di zelo nello storpiarle per renderle più "popolari"...
In ogni caso per me la questione è semplice: chi ha voglia di continuare a leggere gli eventuali strafalcioni della signora lo faccia, chi no si astenga.
(A proposito, Ciao Lella. Nell'altro forum mi chiamavo Massimo)
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 20:13

Caro Admin, Rom, Estaff,
ma non so bene perchè la sora lella dica di abitare alla Bufalotta come se fosse un quartiere popolare di quart'ordine, li' ci vivono i miei genitori architetti in attico e superattico con terrazza enorme, ma dove sono i popolani?C'è anche Claudio Baglioni.
Sai, uno dice Camilluccia e chi ascolta crede che siano spelonche e invece sono comprensori milionari.
Guardi , mia cara signora lella, che la Bufalotta è chic, no, io sto in centro, a Monti.Baci.
Tornare in alto Andare in basso
cardif




MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 20:24

Anche io non sono romano, ma ho parenti per cui ci sono stato parecchio.
Anche a me 'Le loro espressioni mi paiono abbastanza compatibili con quelle della signora in questione, che forse peccherà piuttosto per eccesso di zelo nello storpiarle per renderle più "popolari"...'
Forse il titolo: credo che M'apprisento' suona meglio, almeno al mio orecchio.

Il brano tratto da La Livella di Totò è quello originale, per cui Sora Lella l'ha copiato (ma così avrei fatto pure io)

Iafran, il tuo 'napoletano' fa pena, :lol: :lol: anche se l'avrei saputo tradurre da solo
Ma non ho capito il riferimento alle 'mentite spoglie' del salernitano. Cosa pensi?

cardif
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 23:19

tessa ha scritto:
Caro Admin, Rom, Estaff,
ma non so bene perchè la sora lella dica di abitare alla Bufalotta come se fosse un quartiere popolare di quart'ordine, li' ci vivono i miei genitori architetti in attico e superattico con terrazza enorme, ma dove sono i popolani?C'è anche Claudio Baglioni.
Non discuto sulle tue competenze geografiche e censuarie in quanto romana. Ti posso però assicurare che conosco certi personaggi assai popolari ed altrettanto poco raccomandabili del Tufello (a cui mi pare la Bufalotta sia contigua) che se incontrano Baglioni per strada non gli lasciano addosso nemmeno i tacc di scarp. Posso però parlarti di Milano, in cui al Ticinese e sui Navigli, quartieri oggi chic proprio perchè ex-popolari, convivono ancora pensionati, poveracci ed architetti.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Sab 18 Apr - 23:51

Rom ha scritto:

Mo', mi sa che sei dispiaciuta a entrambi, che giustamnte tengono, ciascuno, al proprio stile e alle proprie idee.
A me invece piacerebbe che provassero a rendere in pagina le vocali (o le consonanti?) sfiatate del calabrese: vorrei proprio vedere come ci riescono.

È arrivato il momento che si finisca di dare a Cesare quel che non gli spetta (in questo caso a Catanzaro).
Una volta c’era la Calabria Citra (parte settentrionale con la provincia di Cosenza) e la Calabria Ultra (parte centro meridionale).  Naturalmente la zona centrale (province di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia) facendo da cuscinetto, è andata ad assumere col tempo un’importanza sempre crescente fino a ... diventare sede del capoluogo della Regione. 
Che adesso si voglia estendere a tutta la regione finanche il dialetto, le cadenze catanzaresi e la ‘nduia di Spilinga (VV) diventa insopportabile! :x  Volere, poi, che un montanaro silano (quale sono io) provi a “rendere in pagina le vocali (o le consonanti?) sfiatate del calabrese” (cioè del catanzarese,  proposto a tutt’Italia come dialetto ufficiale della Calabria) è pura follia! :evil:  Un montanaro silano (quale sono io) che considera quasi un’onta perfino accostamenti con il cosentino si rifiuta categoricamente di sottoporsi alla prova desiderata da Rom (rimane, comunque, disponibile ad accettare le scuse per l’affronto subito).
Tutto ciò non impedisce che sia cardif a farlo (se può)!
cardif, buona fortuna amico mio, da me non riceverai nessun rimprovero se non sarai all’altezza (come io non lo sono stato a parlare il napoletano). Poi, “le mentite spoglie”, Gennarino Esposito le attribuisce a Sora Lella, non al salernitano. 

A Sora Lella, te ringrazio ra' strofa ro' compar tuo, vir ca io me song trasferit ra nu autro forùm, nun dal luogo ove stavo forse o nonno, ca si chiamav Gennar Esposito, comm me! Tuo Gennarrino.   :)

(A Sora Lella, ti ringrazio della strofa del compare tuo, vedi che io mi sono trasferito da un altro forum, non dal luogo ove stava forse mio nonno, che si chiamava Gennaro Esposito, come me! Tuo Gennarino)
Tornare in alto Andare in basso
Micol



Località : roma-centro

MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Dom 19 Apr - 0:05

Caro" uno che passa", no, guarda la Bufalotta parte da zona Monte Sacro, Viale Jonio e sale a est della Salaria, Via della Bufalotta ha condomini costosi e chic e' a nord della circonvallazione settentrionale , zona est, certo piu' ci si allontana e piu' il pregio diminuisce, non siamo manco sulla Cassia che  va all'Olgiata, pero' Baglioni abita in via della Bufalotta, sai uno si stufa delle case del centro storico che sembrano traballare quando entri e con le stradine strette e senza luce e va in questi palazzi nuovi con ogni comfort, ascensori che si aprono in casa, molto chic, mi piacciono molto, molti bagni, nche un ascensore che collega attico e superattico, certamente a Via Giulia è piu' in abitare, col Tevere, piazza Farnese dietro, ogni appartamento è da ristrutturare, se non sei fortemente motivato cambi zona. Quindi puo' darsi che la Bufalotta in periferia estrema ospiti anche zone degradate ma la maggior parte sono palazzi molto gradevoli, nuovi.
Se la Sora Lella fosse stata piu' attenta all'immagine  di popolana che voleva dare , forse avrebbe scelto il Quarticciolo o tutta la periferia sud-est della capitale , Tor Bella Monaca, Torre Angela che sono davvero brutte.
Baglioni è in un palazzo vicino al centro dove non lo rapinano.Tu devi capire anche tutte queste comodita', ascensore che si apre in casa, ascensore tra i vari piani della casa, se li vai a fare a Viale Giulia, solo per i permessi di restauro servono 20 anni.
Al Tufello ho sentito dire che c'era Califano, personaggio a me poco noto, salvo qualche canzone bellissima. Il Tufelloè molto piu' a sud , sulla Tiburtina.
Non conosco Milano.
Ciao
Tornare in alto Andare in basso
Rom




MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Dom 19 Apr - 3:32

uno che passa ha scritto:
Pare che si sollevino dei dubbi sull'autenticità della Sora Lella. Come se tutti, dico TUTTI, qui dentro non fossimo dei fake, avendo assunto atteggiamenti e personalità che difficilmente coincidono con quelli della nostra vita quotidiana. Si fa poi questione sul suo romanesco, che di certo non è quello del Belli o di Trilussa,

Il vero, il verosimile, il finto e il falso: vogliamo fare un po' di filosofia?
Ma no, facciamo filologia.
Sora Lella è vera, e nessuno dubita che lo sia. Anche se le dita che hanno digitato sul pc per iscriverne il nick non appartengono a una che si chiama Lella. Anche se non pesa 110 chili. Anche se non è romana. Anche, metti caso, che non sia una donna.
... omissis ...
Il romanesco scritto, come tutti i dialetti scritti, è sempre improbabile e arbitario. La fonetica soprattutto è arbitraria: le vocali e certi passaggi sono impossibili da riprodurre, devono essere solo pronunciati in voce.
I sonetti del Belli non fanno eccezione: la loro "lingua" è spesso orribile, mostruosa, leggendola stampata.
Trilussa, che appare certamente più levigato e più sterilizzato, risulta di fatto più leggibile, proprio perché meno aderente al romanesco parlato, del quale non tenta di riprodurre tutte le sfumature ma le lascia alla libera interpretazione vocale dell'eventuale declamatore.
Per altro, se vai su certi blog sportivi, ci trovi i post di tifosi della Roma che si compiacciono di usare il romanesco: sono tutti una vera schifezza, assolutamente disonorevole. Più che da romani, questi messaggi sembrano scritti da deficienti, capaci di produrre soltanto improbabili sequenze di vocali e cartocci di consonanti doppie e triple: "io so' ddaaa Roma", e sembra di vedere il filino di bava che scende dall'angolo della bocca.
In questo cimento, insomma, meglio ispirarsi al disegnatore che seleziona l'essenziale, che ai dipinti di Canaletto. Se proprio si vuole un pittore, meglio gli impressionisti.
E poi: il dialetto è vita, e la vita di una città è varia. Un borgataro non è più romano di un monticiano (rione Monti), un fruttarolo non è più romano di un presidente della facoltà di sociologia, e non è plausibile che tutta questa varia umanità parli allo stesso modo - come del resto vale per il napoletano di Eduardo diverso da quello di De Crescenzo, ed entrambi diversi da quello del principe De Curtis.

E qui, veniamo alla plausibilità, appunto, del fake.
Siamo tutti fake, dici tu. E' vero. Lo siamo anche nella vita, non solo nei forum.
Ma ci sono fake e fake.
C'è il fake che è prodotto naturalmente dalla nostra adattabilità alle circostanze, che riproduce in un modo o nell'altro la nostra capacità (il nostro stile) di reazione alle sollecitazioni interiori in rapporto a quelle che provengono da fattori esterni. Qui la plausibilità è fisiologica, anche in presenza di discrepanze logiche e caratteriali.
C'è il fake volontario, nel quale si verifica un rimpallo doppio o triplo tra verità e finzione, come in certi film che parlano di un regista che fa un film su un regista che deve fare un film che parla di cinema.
Qui le discrepanze sono decisamente meno ammissibili, e hanno un effetto deleterio sulla credibilità del "personaggio" - perfino se sono ispirate a una vita vera di una persona realmente vissuta o vivente.

In un forum possono convivere questi due tipi di fake?
In teoria sì, come nella vita.
In pratica la questione è più complessa, perché la vita è vera e offre una piattaforma per così dire "solida" sulla quale i diversi livelli di fake si disegnano e si misurano.
In altri termini, tu puoi dire di essere chi ti pare, ma la faccia è la tua e ci sono mille cose che non dipendono da quello che tu "dici" di essere.
Un forum è già di suo un fake e non è altrettanto solido: un forum è fatto di parole, che sono immateriali, e hanno più bisogno di essere sentite come "vere" per avere un senso, non solo un senso in se stesse, ma in una relazione reciproca. Se i livelli della finzione si moltiplicano e si sommano, diventa un manicomio - è stato fatto un film, appunto, su un manicomio in cui i malati fanno un golpe, prendendo il posto dei medici, che reclamano invano di essere stati spodestati e per questo vengono creduti matti paranoici.
Va be'.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Dom 19 Apr - 11:01

Rom ha scritto:


Sora Lella è vera, e nessuno dubita che lo sia. Anche se le dita che hanno digitato sul pc per iscriverne il nick non appartengono a una che si chiama Lella. Anche se non pesa 110 chili. Anche se non è romana. Anche, metti caso, che non sia una donna.
...  Il romanesco scritto, come tutti i dialetti scritti, è sempre improbabile e arbitario. La fonetica soprattutto è arbitraria: le vocali e certi passaggi sono impossibili da riprodurre, devono essere solo pronunciati in voce.
... In un forum possono convivere questi due tipi di fake?
In teoria sì, come nella vita.
In pratica la questione è più complessa, perché la vita è vera e offre una piattaforma per così dire "solida" sulla quale i diversi livelli di fake si disegnano e si misurano.
In altri termini, tu puoi dire di essere chi ti pare, ma la faccia è la tua e ci sono mille cose che non dipendono da quello che tu "dici" di essere.
Un forum è già di suo un fake e non è altrettanto solido: un forum è fatto di parole, che sono immateriali, e hanno più bisogno di essere sentite come "vere" per avere un senso, non solo un senso in se stesse, ma in una relazione reciproca. 

Aviti propriu ragiune, Romme, pur’io song nu persunaggio riale, nu shcopatore e Napule inta a piazza Plibiscito, e vego passà tanta ggente, vego pure Francishca, a fidanzata du cavaliere, cuanni càpita, int’e feste (ca mo’ staie a Roma, inta nu palazzune cu o fidanzato suoio). Io aggio amico o vennitore de giurnale ca m’informa siempre i fatt ca ne riguardano. 
Ugn’aggio nu libru, ugn’aggio nu pennino, pozzo avé chella machinetta, o computero?
Mi sierbi e iafran, n’amico mia, c’uttena,  e aggio shcritto tant’e ccose int’o forùm de aulivo. Le rico ‘ste ccose comme viegneno pa a capa. No song nu vero napuletano, mammama iera calabrise ma patremma e o nonno, e bunanima, songo veri napuletani.
Mo’ ciò rico a iafran da truvà, e si vole e pote miette acca, pe vuie e pe l’ati.

A Sora Lella, a iafran è passata pa a capa a shcrive int’o’taliano, nu pe vuie ca capisc tutt’e parrate populare, ma pe me stiess e pe l’ati taliani ca avissino a leggere o forum.
Ni virimme, mo’ statimme bbuoni. Ginnarino vuost.
 
(Avete, proprio ragione, Rom, pure io sono un personaggio reale, un netturbino di Napoli nella piazza Plebiscito, e vedo passare tanta gente, vedo pure Francesca, la fidanzata del cavaliere, quando viene nelle feste – che adesso sta a Roma, in un palazzone, con il suo fidanzato -. Io ho amico l’edicolante che mi informa sempre sui fatti che ci riguardano. Non ho un libro, non ho una penna, posso avere quella macchinetta, il computer? Mi servo di iafran, un mio amico, che ce l’ha, e ho scritto tante cose nel forum de l’Ulivo. Queste cose le dico come vengono in testa. Non sono un vero napoletano, mia madre era calabrese, ma mio padre e mio nonno, le buon anime, sono veri napoletani. Adesso glielo dico a iafran di trovarle e se vuole le può proporle qui, per voi e per gli altri. Cara Sora lella, iafran ha pensato di tradurre in italiano, non per voi che comprendete tutte le parlate popolari, ma per me stessa e per gli altri italiani che dovessero leggere il forum. Arrivederci, statemi bene. Gennarino vostro)
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: M'apresento   Oggi a 21:14

Tornare in alto Andare in basso
 
M'apresento
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ES - Circolare Rossa :: Capolinea :: Saluti e presentazioni-
Andare verso: